Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 14:02 - 26/2/2021
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Diciamocela tutta: la pandemia in atto ha scavato un solco incolmabile fra i lavoratori tutelati ( gli statali ), i lavoratori meno tutelati ma comunque garantiti ( quelli impiegati nel Privato ) ed i .....
CALCIO

La Us Pistoiese 1921 ha il piacere di comunicare di essersi assicurata il diritto alle prestazioni sportive del calciatore Simone Lo Faso, che ha da poco compiuto 23 anni.

BASKET

La gara interna della Nico Basket contro Virtus Cagliari, che si sarebbe dovuta disputare sabato 27 febbraio è stata rinviata, su richiesta della squadra ospite, a data da destinarsi.

RALLY

Sarà un debutto in piena regola, quello di Riccardo Baroncelli sui fondi sterrati del Rally Terra Valle del Tevere, appuntamento in programma nel fine settimana sulle strade della provincia di Arezzo.

TIRO A SEGNO

Il Tiro a segno Pescia già pronto per 1° gara Federale regionale con tutte le disposizioni del Dpcm e il comitato regionale Uits ha presentato le nuove strategie di allenamento “on line” per i tiratori toscani.

SCI

Un notevole sforzo organizzativo, che sta portando a organizzare competizioni importanti e che sta contribuendo a sostenere in maniera concreta le attività e gli operatori della montagna.

BASKET

Non è una prima fortunata, quella della Giorgio Tesi Group Pistoia al PalaCarrara.

CALCIO

Desiderio non solo di salvezza, ma anche di dare un senso a questa stagione che, attualmente, 'un senso non ce l' ha'.Senza Romagnoli, Valiani e Chinellato, ospiti dell' infermeria, e Simonetti squalificato, Mister Riolfo si è visto costretto a fare di necessità virtù, inventandosi una formazione che, alla prova dei fatti, è apparsa alquanto convincente. 

BASKET

La Nico Basket, targata Giorgio Tesi Group, fa suo anche il ritorno del derby contro il Jolly Livorno – all’andata era finita 76-65 - e conquista altri due punti importanti in ottica playoff, portandosi provvisoriamente al quarto posto in classifica (56-67).

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro di Michael Connelly.

none_o

Con il ritorno in zona arancione della Toscana, il Moca torna a essere chiuso al pubblico. 

Guidando
Per le vie dell'Albinatico
In fuga
da un comune di .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giulio Cozzani

Storia e curiosità del comune di Buggiano.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giancarlo Fioretti
SCUOLA di BALLO e DANZA ACCADEMICA MARGINE COPERTA

asd " ENERGY .....
Smarrita chiavetta usb marca Lexar bianca con tappo arancione. .....
VALDINIEVOLE
Quasi 4.000 infortuni sul lavoro nel 2011 in provincia (e in 4 anni 27 morti)

11/3/2013 - 14:45

Una generale tendenza alla riduzione degli infortuni sul lavoro (sono meno il 22% quelli denunciati dal 2008 al 2011, sebbene i numeri restino elevati) con 3922 casi nel 2011 e 27 incidenti mortali negli ultimi 4 anni. Sono alcuni dei dati che emergono dal Rapporto elaborato dall’Osservatorio Provinciale Sicurezza e Salute nei luoghi di lavoro, che dà conto dei dati relativi agli anni 2010 e 2011 sul territorio (in attesa di quelli dell’anno 2012, che saranno resi noti da INAIL a partire dal prossimo luglio) e dell’andamento degli infortuni e delle malattie professionali nell’ultimo decennio, dal 2001 al 2011.     Frutto della sinergia tra diversi soggetti, il rapporto sintetizza sia i dati forniti da INAIL, che quelli degli enti impegnati sul territorio nel campo della sicurezza sul lavoro e della vigilanza: Direzione Territoriale del Lavoro, INPS, ASL 3 Pistoia e Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, che fanno parte del Tavolo Interistituzionale Permanente sulla Sicurezza e Salute nei luoghi di lavoro.   Novità principale di questa edizione è rappresentata dall’integrazione del fenomeno infortunistico con la lettura delle tendenze rilevate dall’Osservatorio Provinciale sul Mercato del Lavoro, al fine di valutare la possibile correlazione tra il ricorso alla cassa integrazione, da un lato, e la contrazione degli infortuni. In tal senso è stato evidenziato come la tendenza alla riduzione degli infortuni, -22% negli ultimi 4 anni, non sia strettamente legata alle tendenze occupazionali: si nota, ad esempio, il trend positivo dell’occupazione in agricoltura e floro-vivaismo (nel 2011 si registra un +120% sul numero di addetti del 2008) in controtendenza rispetto all’andamento infortunistico in agricoltura (-22,4%); particolarmente significativo anche il caso dell’edilizia, settore in cui, a una contrazione costante degli infortuni negli anni 2008 - 2011 (con una riduzione media del 37%), corrispondono aumenti nel numero di addetti nel 2009 e nel 2010 (+3% e +19%) e una caduta del 10% nel corso del 2011.   La comparazione della provincia con la realtà toscana e italiana evidenzia, da un lato, una riduzione degli infortuni denunciati (-22%) superiore alla riduzione media regionale e nazionale, con una frequenza di 27,3 infortuni ogni mille lavoratori allineata alla media regionale, dall’altro, un rapporto di gravità pari a 3,1 giornate perse per infortunio per addetto, superiore alla media toscana e italiana, in particolare per le aziende artigiane (con 4,2 giornate perse per infortunio contro le 2,6 delle aziende non artigiane).   Nel 2011, su 3.922 infortuni sul lavoro denunciati nel territorio provinciale, l’88% dei casi sono avvenuti nei comparti dell’industria e dei servizi, in linea con il peso che questi settori rivestono nel tessuto produttivo locale. Le donne infortunate sono state 1.237, ovvero il 31,5%. Elevato il numero dei casi che ha comportato l’inabilità permanente del lavoratore (oltre 200 nel 2011) in diminuzione soltanto di un 7% nel periodo 2007 – 2011, mentre la riduzione media degli infortuni denunciati è stata del 22%.   “Siamo consapevoli che la crisi economica rischia di vanificare gli sforzi fatti in questi anni ostacolando l’applicazione completa della normativa vigente e incoraggiando fenomeni di irregolarità, in particolare di lavoro sommerso – ha spiegato l’Assessore provinciale al lavoro, Roberto Fabio Cappellini - Occorre intensificare gli sforzi per la prevenzione e il contrasto del fenomeno concentrandosi su tre direttrici fondamentali: la formazione e informazione dei lavoratori e delle imprese; i controlli sull’applicazione delle norme; il coordinamento fra tutti i soggetti sociali e istituzionali competenti, come sottolineato anche nella relazione del 15 gennaio 2013 della Commissione Parlamentare di Inchiesta sugli infortuni sul lavoro e le morti bianche. Sforzi che l’ Amministrazione Provinciale fa da alcuni anni, grazie anche all’operato del Tavolo Interistituzionale per la Salute e Sicurezza nei Luoghi di Lavoro, dal quale è emersa la necessità di progettare un’azione di sistema, attraverso l’integrazione di tutti gli strumenti a disposizione: formazione, comunicazione e monitoraggio dei dati con l’attività dell’Osservatorio”.   Il Rapporto è disponibile sul sito istituzionale della Provincia (www.provincia.pistoia.it sezione Osservatori Provinciale/ Osservatorio Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro), al seguente link: http://www.provincia.pistoia.it/indici/el_prevenzione_sicurezza.asp
Fonte: Provincia di Pistoia
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: