Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 19:12 - 02/12/2020
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Il Consiglio comunale che si è svolto venerdì scorso, è stato di gran lunga il più significativo degli ultimi tempi.
Innanzitutto, ha mostrato il sindaco Baroncini sulla difensiva. Tanto sulla .....
CICLISMO

La Gran Fondo Edita Pucinskaite, figlia della società cicloamatoriale pistoiese, è stata chiamata a far parte di un nuovo, ambizioso, progetto nazionale: il Nalini Road Series.

TIRO A SEGNO

Oltre alla fiorente attività sportiva giovanile, il tiro a segno di Pescia è, dal 2017, anche parte integrante del progetto socio sportivo culturale che porta il nome di Campus Paralimpico.

RALLY

E’ ancora all’insegna delle soddisfazioni che la scuderia Jolly Racing Team sta mandando in archivio la stagione sportiva 2020.

RALLY

Sarà un fine settimana intenso, ricco di emozioni ed anche di orgoglio, il primo del mese di dicembre, per Pavel Group, che andrà ad affrontare il suo debutto nel Campionato del Mondo rally, all’Aci Rally Monza (3-6 dicembre), ultima prova del torneo iridato 2020.

BOXE

In questo weekend si sono svolti i campionati toscani elite di pugilato a Firenze, ospiti nella prestigiosa accademia pugilistica fiorentina.

PISTOIA

Mister Riolfo riesce ad invertire il trand negativo della Pistoiese, che nelle ultime cinque partite aveva racimolato appena un punto.Adesso, i tre punti ottenuti grazie ad un 2-0 che rispecchia perfettamente i valori in campo, consentono alla Pistoiese di guardare al futuro con un briciolo di ottimismo in più. 

CALCIO

Con soli 9 punti e reduci in settimana da un avvicendamento alla guida tecnica (via il mite Frustalupi e dentro il grintoso Riolfo), gli arancioni non possono commettere altri passi falsi, se vogliono evitare le secche della bassa classifica.

CALCIO

Che la sorte di Frustalupi fosse fortemente in bilico, era la classifica stessa a dirlo.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro di Donato Carrisi.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro di Valerio Massimo Manfredi.

  • none_o

      Carlo Maltagliati: "Con il Centro Rdp sindaco cede a un secondo ricatto dopo

    "Venerdì la maggioranza ha votato differente da come mi aveva detto il sindaco. Ho fatto alcune telefonate ad amici della Lega e scoperto che il cambio di idea non è avvenuto, grazie alle spiegazioni della minoranza, ma per un vero e proprio ricatto che una consigliera di Fratelli d’Italia ha fatto alla sua maggioranza. Non è la prima volta che accade; un fatto analogo c’è stato con i due consiglieri di Forza Italia che avevano lasciato il gruppo".


  • none_o

      Prova

Vivevo la vita,
che non è infinita,
senza l’offesa
del .....
FILATELIA
di Giancarlo Fioretti

Tempestivi nell'accorrere, efficaci nel soccorrere. Questo è il motto del Cisom.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giancarlo Fioretti

Un argomento 'scomodo' e per certi aspetti 'scabroso' per la memoria collettiva.

SCUOLA di BALLO e DANZA ACCADEMICA MARGINE COPERTA

asd " ENERGY .....
Smarrita chiavetta usb marca Lexar bianca con tappo arancione. .....
PESCIA
Niccolai (Pd): "Come intende il sindaco salvaguardare il lavoro al Comicent?

6/3/2013 - 10:29

Il consigliere comunale del Pd Marco Niccolai interroga il sindaco Roberta Marchi su alcuni problemi emersi rispetto alla questione Comicent, ovvero il futuro dei lavoratori e l'accesso a tali spazi da parte dei Rioni pesciatini.


"La Regione Toscana ha inserito nei propri provvedimenti di bilancio circa 10 milioni di euro per la manutenzione straordinaria del Comicent, all'interno di un'ottica di rilancio della struttura a seguito di un progetto di valorizzazione multifunzionale che spetta al Comune.

 

La scelta della giunta comunale, per la gestione delle attuali attività del Comicent, di dare vita a un'azienda speciale del Comune, creando un ulteriore ente in controtendenza rispetto all'indirizzo di non creare nuovi soggetti pubblici, comporta la necessità di conoscere alcuni aspetti e indirizzi della nuova gestione, più o meno rilevanti.

 

Siccome presso il Comicent lavorano più di 10 persone, tra dipendenti del vecchio consorzio Comicent e quelli delle cooperative che svolgono servizi in appalto, un numero che è pari ad una piccola impresa, occorre conoscere con chiarezza se l'azienda speciale intende salvaguardare questi posti di lavoro e in quali modalità, perché in tempi di grave crisi economica il nostro territorio non potrebbe permettersi il venir meno di altri posti di lavoro.

 

Vari cittadini segnalano che l'azienda speciale ha esplicitato ai Rioni pesciatini la propria volontà di far pagare ad essi l'accesso agli spazi del Comicent, che essi utilizzano per allenamenti e prove vista la lontananza dalle abitazioni, ma non si capisce in cambio di quale servizio e per quale motivo.

 

Interroghiamo il sindaco per sapere:

1 - se l'azienda speciale e dunque l'amministrazione comunale intende o meno salvaguardare i posti di lavoro dei lavoratori, diretti e indiretti, del Comicent, visto il frangente di grave crisi economica, e con quali modalità; 

2 - se corrisponde al vero che i Rioni, che sono associazioni e non imprese, dovranno pagare per accedere agli spazi del Comicent e nel caso in quale misura e per quali servizi e se l'amministrazione non ritiene che i Rioni, che costituiscono non solo associazioni storiche ma anche luoghi di aggregazione sociale, dovrebbero essere invece per quanto possibile agevolati nello svolgimento della loro attività".

Fonte: Pd
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




6/3/2013 - 22:28

AUTORE:
Mario M.

Finalmente ci si accorge dei lavoratori che sono Comicent fin dalla sua apertura. Perchè non vengono trasferiti, come sbocco logico e giusto, alla nuova azienda senza ricorrere a scorciatoie varie tipo gli appalti? A chi giovano queste scelte? Tra l'altro al mercato lavorano fin dalla sua apertura sempre le stesse persone che sono conosciute e che non hanno bisogno di rodaggi vari. Se c'è la volontà, e molti altre scelte lo dimostrano, la soluzione si trova.
Quanto ai rioni dovrebbero essere agevolati non ostacolati

6/3/2013 - 17:57

AUTORE:
Simone

Tutto quello che scrive il consigliere comunale Niccolai è vero.
Ma veniamo ai punti dell'interrogazione
1 - Sulla platea del mercato dei fiori gira la voce che l'unico dipendente dell'azienda MEFIT è il direttore. Gli altri impiegati dell'ex COMICENT che hanno lavorato lì per oltre 25 anni, mi sembra di aver sentito dire che a fine mese saranno licenziati dal COMICENT e chissà se sarà offerta loro la possibilità di continuare a lavorare, se così non fosse ci saranno altre persone in mezzo alla strada che non pagheranno le addizionali comunali (ma al comune interessa qualcosa?) VERGOGNA.
2 - So per certo che i rioni dovranno pagare per l'accesso alla platea del mercato dei fiori, una bella somma a metro quadro occupato per qualsiasi manifestazione e per provare le evoluzioni degli sbandieratori e gli accordi della banda. Ancora VERGOGNA a Pescia stiamo assistendo alla distruzione totale di qualsiasi attività/evento, organizzata dalle associazioni come i rioni.

6/3/2013 - 17:44

AUTORE:
Cremilo Carione

Prendo il posto di quella Pixia offuscata dalla lunga clausura e ahimè castità che tempo addietro mi rispose e provo a fare una previsione. Sembra che l'azienda speciale non possa ricevere lavoratori in trasferimento e nemmeno assumere se non per pubblico concorso. Potrebbe però stipulare un contratto di appalto servizi ovvero un contratto di somministrazione lavoro con una società esterna (ad es. una già esistente?). Tuttavia l'appalto di servizi toglie in capo all'azienda speciale ogni decisione sull'organizzazione dei mezzi e sul rischio di gestione e, in particolare, limita l’effettivo esercizio del potere organizzativo e direttivo.
Così, qualora il l'azienda speciale eserciti un controllo diretto sui lavoratori, impartendo personalmente le istruzioni in ordine alle modalità di svolgimento dell’attività lavorativa, l’appalto di servizi dovrà essere considerato illegittimo. In tal caso sarebbe costretta a stipulare un contratto di somministrazione lavoro, contratto più stringente e in cui sarebbero escluse alcune tipologie di lavoro.
Ahimè, dimenticavo, in entrambi i casi i lavoratori perdono i nomi e diventano numeri.