Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 04:01 - 31/1/2023
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Fare l'assessore al bilancio a Montecatini. . . senza fare un tasso!
AUTOMOBILISMO

La F1 Italiana è la gara più popolare in Italia.

BASKET

La Gioielleria Mancini inaugura il girone di ritorno con la difficilissima trasferta a Prato contro il Prato Basket Giovane, attualmente al terzo posto in classifica. La Cronaca della partita Vettori apre la partita con una bomba, Lorenzo Bogani accorcia e Pinna impatta dalla lunetta ma Vettori piazza un’altra bomba.

SCI

Gradito ritorno sulle nostre montagne del comprensorio sciistico di Abetone e della val di Luce di una tappa dello Ski Tour 2022-2023.

SCI

Ha preso il via in questi giorni la 41° edizione di Pinocchio sugli sci, la rassegna giovanile di sci alpino più amata d’Italia e tra le 5 più importanti al mondo.

BASKET

Gli studenti dell'Istituto professionale di Stato per l'enogastronomia e l'ospitalità alberghiera "Ferdinando Martini" di Montecatini Terme saranno ospiti domenica 29 gennaio al Palaterme in occasione della partita del campionato di Serie B Old Wild West tra Fabo Herons Montecatini e Legnano Knights.

CICLISMO

E' iniziata nel migliore dei modi la stagione 2023 del Team Corratec che si sta mettendo in mostra nella Vuelta a San Juan a confronto con squadre e corridori di alto livello.

NUOTO

Alla piscina Marchi di Pescia, gestita dalla società sportiva Co.g.i.s Montale, si è svolta domenica 22 gennaio la ventesima edizione del Campionato interregionale di nuoto che ha visto Pescia come protagonista della prima tappa, in attesa di spostarsi in altre città.

PODISMO

In una giornata fredda e piovosa si è svolta nel borgo medioevale di Montevettolini nel comune di Monsummano Terme (Pistoia) una gara podistica.

none_o

Dal 27 gennaio al 10 febbraio da Artistikamente (via Porta al Borgo 18), è in programma una mostra di Franco Bovani.

none_o

A Monsummano Terme la nuova mostra personale di Frank Federighi "Caricature".

La mamma albergava nella casa che cura,
aveva le doglie, non .....
IL SEGNO DEL MESE
di Sissy Raffaelli

Il segno del mese.

IL MONDO IN TAVOLA
di Sissy Raffaelli

Rapini saltati alla Puccini.

Abbiamo aperto il 2023 con la selezione di due nuovi posti di .....
Buonasera. Cerchiamo addetto al ricevimento con buona conoscenza .....
VALDINIEVOLE
Niccolai (Pd): "Siamo ancora il primo partito, ma niente ormai è scontato"

27/2/2013 - 10:53

 

Il segretario provinciale del Pd Marco Niccolai esprime una riflessione sul risultato delle elezioni politiche nazionali.

"Le elezioni politiche nazionali ci consegnano il quadro di un Paese fortemente frammentato e la frammentazione si ripercuote ovviamente anche sulla composizione di Camera e Senato, anche perché la legge elettorale fu studiata proprio per impedire governabilità.

Al Senato non c’è una maggioranza; alla Camera il centrosinistra ha invece la maggioranza assoluta dei seggi. Il Paese è, ad oggi, nell’ingovernabilità: uno scenario veramente pessimo, non solo per noi ma per tutta l’Europa. Questo Paese non può permettersi una paralisi politica e dunque le prossime settimane ci diranno cosa ne sarà di questa legislatura; sicuramente la destra che ha portato il Paese nel baratro solo pochi mesi fa non può certo dare un contributo, in qualunque formula, per portare l’Italia fuori dalla crisi che sta vivendo.

Per quanto riguarda il centrosinistra, é inutile negarlo, le aspettative erano diverse. Ci dovremo domandare, in modo aperto e positivo, i perché di questo voto. Personalmente avevo percepito che la situazione di grave crisi economica e le sue conseguenze sociali avrebbero comportato effetti rilevanti anche sul voto; me ne ero reso conto parlando con tante persone, che si sentono sole di fronte alle difficoltà e percepiscono di non avere un futuro, se non negativo. E’ la prima volta che l’Italia vota in un momento di recessione. Una recessione che dura da anni, negata e non affrontata per lungo tempo, sottovalutata nei suoi effetti sulla vita delle persone ed a cui sono state successivamente date risposte di austerità che hanno colpito particolarmente chi paga già un effetto molto pesante della crisi economica. Il Pd non è stato percepito come la forza che poteva invertire questa rotta e su questo, che era il messaggio centrale della nostra proposta, ci dobbiamo seriamente interrogare.  Dovremo discutere ampiamente del quadro che ci consegna il voto con un Italia divisa in tre e dunque riserverò ai prossimi giorni qualche valutazione più compiuta sul quadro nazionale.

Per quanto riguarda la provincia di Pistoia, in un quadro così frammentato, il Pd si conferma ampiamente il primo partito, con un calo rispetto al 2008, comunque inferiore a quello toscano. Un risultato, quello del Pd, che alcuni possono ritenere scontato ma che, come dimostra il contesto nazionale, non lo è vista la difficile situazione sociale ed economica, da cui Pistoia è tutt’altro che immune. Queste elezioni infatti ci dicono, se ce n’era bisogno, che non c’è niente di assicurato, di scontato o di scritto a prescindere in tempi di grandi cambiamenti come questi ed in cui tutto è in discussione e dove dunque i partiti non hanno rendite di posizione ma sono chiamati a conquistare giorno per giorno la fiducia degli elettori. Partendo da queste considerazioni, il Pd in questo territorio  e’ primo partito in 20 comuni su 22, tra cui quelli dove attualmente è all’opposizione a livello locale.

Il raggiungimento della maggioranza alla Camera ci consente di eleggere 2 deputati espressione chiara del nostro territorio: Caterina Bini ed Edoardo Fanucci. E’ un risultato importante per il Pd e per il territorio pistoiese, che avrà in Parlamento persone competenti che conoscono bene le esigenze della nostra provincia, anche perché scelti non in segrete stanze ma dai cittadini con le primarie. Il Popolo delle Libertà quasi dimezza i suoi consensi in questa provincia rispetto al 2008 (-16 per cento) mentre deve interrogarci il dato del Movimento 5 Stelle che ha raccolto voti a destra e anche nel nostro campo. Il M5S è il secondo partito a Pistoia e in Toscana, con un dato omogeneo su tutto il territorio e frutto non certo di un forte radicamento territoriale , ma di un clima sociale che chiede un forte cambiamento rispetto ad una insoddisfazione crescente.

Il Pd pistoiese, proprio perché confermato primo partito nel quadro che ricordavo, ha su di sé una grande responsabilità: è chiamato a farsi carico di queste domande di cambiamento e a dare risposte ad esse, continuando un percorso di forte rinnovamento già intrapreso a livello istituzionale e politico in questi anni, non solo nelle persone ma anche nel proprio messaggio politico, per affrontare i tempi nuovi e difficili che stiamo vivendo".

 

Fonte: Pd
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




28/2/2013 - 0:31

AUTORE:
berai

Caro Signor Niccolai,

il contesto nazionale offre dei risultati invero poco incoraggianti ,non avete da stare allegri.

Forse il popolo sovrano aveva paura di ritrovarsi davanti il Sor Dalema o Veltroni quello con la suite sulla Quinta Strada, non nel Bronx, nella Quinta.

Beppino Grillo batte alle porte,coraggio e salute.