Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 16:05 - 20/5/2022
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Egregio Signor BIBI, penso si sia , anche per vie traverse, COMPLETAMENTE SFOGATO verso la mia persona tacciandomi intollerabilmente sotto una forma e specie di linguaggio.
Comunque resta sempre .....
PODISMO

Domenica 22 maggio grande appuntamento al  Mefit di Pescia, in via Salvo D’Acquisto per i podisti  dove si correrà la <<3^ Corsa del sorriso di Silvia>>. Gara podistica competitiva di km 9,300 (completamente pianeggiante) e ludico motoria di km 6 e 7.

BASKET

Mtvb Herons comunica di avere prolungato l'accordo con Federico Barsotti per un'ulteriore stagione sportiva, pertanto Federico sarà il capo allenatore degli Herons per ancora tre stagioni sportive almeno, dopo la presente, sino a tutto il torneo 2024-25 compreso.

VOLLEY

È andata in scena domenica a Monsummano la gara che ha consegnato nelle mani del Ctt il pass per la semifinale regionale Under 14.

BASKET

Grande soddisfazione in casa Nico per la diramazione della convocazioni della Nazionale 3x3 under 23 Femminile. Tra le atlete convocate anche Caterina Mattera, classe 2001, che ben si sta comportando al suo primo anno in Toscana. 

BASKET

Grande prova di carattere dei ciabattini che, nel momento più duro, tirano fuori gli attributi e si aggiudicano gara-4 con una prestazione maiuscola.

CALCIO A 8

È stata fissata al 7 giugno la data di partenza dell’edizione 2022 della Murialdo Cup – Memorial Silvano Sali, torneo amatoriale di calcio a 8 organizzato dal Montecatinimurialdo in collaborazione con la Uisp di Pistoia.

HOCKEY

Weekend intenso all'Hockey Stadium di Montagnana durante il quale la struttura ha ospitato attività sportive ma anche eventi culturali dimostrando ancora la versatilità dell'impianto.

RALLY

Si è confermato all’altezza delle aspettative, il ritorno di Simone Baroncelli nel Campionato Italiano Rally Terra.

none_o

Inaugurazione sabato 21 maggio alle ore 16.30 nello storico Palazzo Achilli.

none_o

"Sarà vero che Pinocchio…?" è la mostra itinerante educativa che ripercorre la storia dell'arte attraverso Pinocchio.

Per te, che sei per me una fiammella,
che generasti il figlio .....
ZODIACO
di Sissy Raffaelli

Oroscopo di maggio.

IL MONDO IN TAVOLA
di Sissy Raffaelli

Un’idea per una merenda diversa

E'stato scritto e pubblicato un libro sulla presenza del grande .....
cerco bilocale affitto 300 o 350 euro zona Pescia, grazie arredato. .....
GRAN PREMIO CITTA' DI MONTECATINI
Mack Grace si aggiudica per la seconda volta il Gran Premio.

16/8/2012 - 18:31


MONTECATINI. Davanti ai 5000 spettatori che hanno risposto al richiamo particolare della notte di Ferragosto al Sesana, Mack Grace Sm diventa il quinto cavallo nella storia del Gran Premio di Montecatini a centrare il doppio consecutivo.

 

L'allievo di Lucio Colletti s'impone con una superiorità disarmante.

In batteria controlla e dopo un chilometro in 16.5 piazza un 40.9 ad effetto con il quale risponde alla vincitrice del primo heat, Linda Di Casei, spumeggiante con 600/700 metri in terza ruota e poi una vittoria di forza con il miglior tempo dei due heats, 1.12.3.

Si giunge alla finale, dall'esterno veloce Irambo Jet che impegna Mack Grace Sm. Andreghetti lo respinge, Irambo si adegua secondo. Altra scintilla al passaggio davanti alle tribune, quando muove Linda Di Casei che si porta ai fianche del leader, seguita da Italiano. Mack Grace Sm di fronte a mezza lunghezza su Linda Di Casei, Andreghetti è a spalle indietro, in totale controllo. In dirittura Mack Grace Sm allunga e stacca. Roberto frustino in spalla, il cavallo ben attaccato alla mano. E' un gran numero del vincitore del Lotteria che si conferma a Montecatini.

Media di 1.12.1 al km. Seconda Linda Di Casei che precede di una lunghezza Newyork Newyork. Foto per il quarto posto che dà ragione a Irambo Jet, di un niente avanti a Italiano e Leticia Bi.

 

Come al solito organizzazione della serata perfetta e confermate le aspettative di uno spettacolo di gran livello.

 

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




16/8/2012 - 21:33

AUTORE:
andrea f.

E' il 15 Agosto , sono le 20.30 circa e ti piglia una smania , un nervosismo , un emozione che ti porta , se ami l'ippica, al Sesana. Hai ragionato, polemizzato sulla scarsa qualità dello spettacolo che ti viene offerto ma ... non puoi mancare , almeno quella sera. Ed è sempre una serata speciale , ritrovi vecchi amici , torni alle serate indimenticabili, ma poi superi le nostalgie e ti tuffi nel presente. Ritrovi finalmente un ippodromo pieno , una bella serie di iniziative e un ippodromo tirato a lucido che riesce sempre a dare il meglio di se'. Ma poi il giorno dopo , chi vuol bene a questo sport e spera in un suo rilancio, deve fare una piccola analisi , tirare le somme per capire come sta cambiando l'evento ippico. La prima cosa che mi è saltata agli occhi è il fatto che l'ippodromo si è riempito verso le 22.30 , cioè quando le batterie si erano già disputate ; questo significa che almeno 2000 persone sono venute non principalmente per i cavalli ma per tutto il contorno. Qualcuno per il mercatino, qualcuno per il festival canoro e molti per il bellissimo spettacolo pirotecnico che ha chiuso la serata. Quindi se vogliamo che l'ippodromo torni ad essere " cosa viva" bisogna organizzare eventi dove i cavalli siano una parte ma non più la sola parte. I tempi in cui 15.000 persone si muovevano per venire a vedere Delfo , neo campione del mondo, o 10.000 persone venivano per The Last Hurrah sono passati ,vuoi per carenza di attori di quel livello ma anche perchè il gusto degli spettatori è cambiato. Spazio allo spettacolo ,nel senso lato del termine , cavalli , musica , moda , donne , macchine, fuochi d'artificio e ognuno ci metta del suo. Abbiamo la fortuna di avere un impianto ben tenuto , nel cuore della città , con tutte le infrastrutture necesssarie ( parcheggio,ristorazione, spazi verdi attrezzati per i bambini , servizi igenici adeguati ) quindi , a mio modestissimo parere, questa sarebbe la strada da perseguire , per il bene del nostro ippodromo e per il bene della nostra città che ha bisogno di grandi spazi in cui organizzare eventi. Se poi un giorno avremo la fortuna di avere un cavallo alla dinamite come Delfo o una favola vivente come The Last Hurrah allora potremmo ritornare a vivere i fasti del passato. Un abbraccio a tutti gli appassionati.