Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 11:05 - 16/5/2022
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Leggo una frase simpatica e veramente vintage

"Il comunismo passato e quello attuale sono la rovina del mondo . . . .

Mi domando quale paese al mondo sia o si dichiari comunista.

Potrei citare .....
BASKET

Finisce 76-60 con un monumentale Rasio da 25 punti.

CALCIO

Asd Bioacqua Av Le Case ringraziando Walter Cerofolini e Gaetano Concialdi per il lavoro svolto nell’ultima stagione.

BASKET

Nonostante una partita di grande attenzione difensiva la Nico Basket non riesce nell’impresa di sbancare il Pala Zauli e viene sconfitta da Battipaglia col punteggio di 57-45. 

BOCCE

Pieve a Nievole si rifà dello scivolone in terra sarda, si aggiudica soffrendo il derby con Cortona, e si riporta a -1 dalla capolista Giorgione 3villese, fermata sul pareggio dalla Rinascita.

BASKET

E' il momento delle semifinali playoff in C Gold: per Gema Montecatini l'avversaria è la Pallacanestro Dragons Prato, che ha eliminiato Spezia in gara3 dei quarti, vincendo nettamente sul suo campo la partita decisiva.

BASKET

Quanto può valere un fischio (sbagliato) in una partita? Più delle volte poco, altre volte nulla. Ieri sera invece un antisportivo (sicuramente non antisportivo, forse nemmeno fallo) fischiato sul finire del secondo quarto a danno dei ciabattini ha segnato la partita in un momento cruciale, Valdicornia non ha certamente bisogno di favori arbitrali.

CALCIO

Alla vigilia dell'ultima partita casalinga di campionato con il Virtus Marina di Massa che deciderà la posizione in classifica della squadra, il presidente Giancarlo Carbone unitamente al ds Massimo Rossi comunicano ufficialmente che il tecnico della prima squadra per la prossima stagione sportiva sarà ancora Maurizio Cerasa.

none_o

Consigli di lettura di Ilaria Cecchi.

none_o

La mostra ricostruisce le varie vene dell'opera di Pantani.

Per te, che sei per me una fiammella,
che generasti il figlio .....
ZODIACO
di Sissy Raffaelli

Oroscopo di maggio.

IL MONDO IN TAVOLA
di Sissy Raffaelli

Un’idea per una merenda diversa

E'stato scritto e pubblicato un libro sulla presenza del grande .....
cerco bilocale affitto 300 o 350 euro zona Pescia, grazie arredato. .....
VISTE,PROVATE E MANGIATE...PER VOI
di Gianmarco Bartoli
Lo spaghetto alla tarantina

6/8/2012 - 7:12

E' da qualche giorno che nella mia testa mi sta ronzando il pensiero fisso di farmi un bello spaghetto con le cozze, ma non semplici cozze.
Quelle che intendo devono essere belle cicciute in grado di dar soddisfazione e gusto una volta nel piatto, che sappiano degnamente appagare sia gli occhi che il palato.
Parlando della cozza possiamo senz'altro dire che è una vera prelibatezza che può essere utilizzata in cucina per la preparazione di ottimi antipasti, primi piatti, oppure può essere consumata da sola, conuna spruzzata di succo di limone, sale, pepe e una spolverata di prezzemolo.

I mesi migliori per mangiarle sono quelli senza "r", vale a dire nel periodo tra maggio e agosto, momento in cui questo mollusco risulta essere particolarmente saporito.

Al momento dell'acquisto vi consiglio di controllare il colore del mitilo, ossia il guscio, che deve essere brillante e lucido e che le valve siano ben chiuse e non rotte.

Fatta questa breve premessa tecnica andiamo a raccontare del piatto che oggi ho il piacere di proporvi.

Innanzi tutto è importantissima la scelta della pasta che dovrà essere di ottima qualità ed avere una buona tenuta di cottura.

Questo perché andremo a fare un tipo di preparazione che necessita di tali caratteristiche.

Altro elemento fondamentale sono le cozze, dei pomodorini pachino, dell'aglio e del prezzemolo.

A me personalmente piace metterci anche un po' di peperoncino fresco.

 

Una volta ben pulite le cozze, mettetele in una grande casseruola a fuoco vivace con olio evo, dell'aglio in camicia schiacciato, dei gambi di prezzemolo ed il peperoncino.

 Aggiungete anche i pachino tagliati a croce ed una volta che sentite partire il tutto abbassate la fiammae coprite con un coperchio.

Dopo cinque minuti togliete i coperchio e controllate se le vostre cozze si siano ben dischiuse. A questo punto con una schiumarola togliete i muscoli avendo cura di lasciare nel tegame l'acqua di vegetazione ed i pomodorini. Fatele leggermente freddare e privatele del guscio.

Una volta compiuta l'operazione vi consiglio di mettere le cozze sgusciate all'interno di un contenitore ermetico in modo che mantengano il loro calore. È inutile che vi dica che qualora troviate dei gusci ancora chiusi dovete buttarli in quanto non buoni.

Buttate la pasta in acqua bollente salata e dopo alcuni minuti scolate gli spaghetti molto al dente e lasciateli finire la loro cottura all'interno della casseruola dove avevamo lasciato l'acqua delle cozze ed i pachino.

Per agevolare l'operazione usate sempre pentole ben capienti in modo che possiate girare ed amalgamare bene il tutto.

Una volta che la pasta avrà assorbito tutto il liquido aggiungete le cozze precedentemente messe da parte (consiglio di fare questa operazione a fuoco spento in modo da non far prendere troppo calore ai muscoli, il quale rischia di farli troppo indurire) e rifinite con del prezzemolo tritato, una macinata di pepe bianco ed un filo d'olio d'olio evo (Extra Vergine Oliva).

Suggerimento: se quando girate la pasta vi risulta troppo asciutta aiutatevi con dell'acqua di cottura.

La pasta è pronta per essere servita. Ancora meglio se la portate in tavola in un bel tegame di ramei con il suo coperchio.

In questo modo una volta in tavola oltre a mantenere il suo calore, nel momento in cui andrete a togliere il coperchio, lo spaghetto avvolgerà i vostri ospiti di un irresistibile profumo di mare.

Come vino adatto ad accompagnare il piatto vedrei bene un vermentino, magari dei Colli di Luni, servito ben freddo.

Primo piatto di mare stupendo e come dico sempre di agile esecuzione, questo grazie anche ai vari passaggi che vi ho dato che se ben seguiti vi daranno un gran bel risultato.

Augurandovi una buona estate vi ringrazio di avermi seguito anche questa settimana.

Al prossimo racconto di cucina.

 

Gianmarco Bartoli



Gianmarco Bartoli, classe 1970, imprenditore di Montecatini con la forte passione per la cucina, ha condotto la nuova trasmissione di Tvl “ Mangiando s’impara”. Già esperto in questo settore, ha lavorato per un anno con Italia7 al programma “Aspettando il Tg” ed ha partecipato a qualche apparizione col Gambero Rosso di Roma 4 anni fa. Attualmente predispone corsi di cucina e cene  per l’organizzazione di eventi.

 

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




12/8/2012 - 14:27

AUTORE:
Gianmarco

Grazie per le belle parole, a presto.

11/8/2012 - 13:21

AUTORE:
Sasha

.... grande Gianmarco ti meriti un bel 10 ... la Lode quando ci farai degustare questa prelibatezza ... un caro saluto a te ed al mitico portiere Buffon pardon Edoardo .... ciao Sasha ed Enrico