Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 16:12 - 08/12/2019
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Alessandro (o Bibi, scelga lei), lei è il perfetto catto-comunista, ha dimostrato che la sua è solo una falsa bontà, in realtà siete i primi portatori di odio, di cui incolpate gli altri, per .....
TENNIS

Luca Marianantoni vive a Larciano e scrive da ventitrè anni per «La Gazzetta dello Sport» principalmente di tennis e di statistiche.

BOCCE

Sabato inizia il girone di ritorno del campionato di serie A2. Molto eloquente il verdetto del girone di andata con 4 formazioni nei piani alti della classifica, una a metà e le altre 3 nelle parti basse.

BASKET

C’è il pubblico delle grandi occasioni al PalaCardelli per la partita che potrebbe essere lo spartiacque di questa stagione per i ciabattini. Al cospetto di coach Matteoni arriva la terza forza del campionato, il Basket Calcinaia di coach Gianluca Giuntoli.

BASKET

C'è una sola squadra in testa al campionato di A1 Uisp Pistoia-Prato. È il Racing Montecatini, che ha vinto venerdì sera a Pieve A Nievole per 50-60, dopo aver accumulato anche 20 punti di vantaggio.

BOCCE

In un settimo turno del campionato nazionale di A/2 che non ha mancato di riservare sorprese, la Montecatini Avis va ko nello scontro diretto per la salvezza in casa dell’Orbetello.

BOCCE

Anche se Giacomo Lorenzini è un tesserato veneto ciò non vuol dire che sia fuori luogo citare i suoi successi specie in regioni dove le bocce agonistiche ci sono società che vanno per la maggiore in ambito nazionale.

BOXE

Sei sono in totale nella categoria degli youth 81kg. Il sorteggio vede Bachi affrontare il pugile campano della Napoli boxe Vincenzo Terlizzi con 32 incontri e solo 5 sconfitte. Mentre Bachi ha 9 incontri e solo 1 sconfitta.

BASKET

È ancora tempo di derby per i ciabattini che affrontano un rinvigorito Bottegone Basket al PalaKing.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro di Vittorio Sgarbi.

none_o

Inaugurazione della mostra di dipinti del pittore Alessio Menicocci dal titolo "Espressioni di quiete".

Soffioni

Impalpabili infiorescenze di sambuco
soavi di luce .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Altopascio, 16.000 abitanti, è da considerare parte integrante della Valdinievole.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Ricordi dell'associazione dilettantistica calcio Montecatini.

Cercasi coinquilina studentessa solo ragazze
Appartamento sito .....
SCUOLA di BALLO e DANZA ACCADEMICA
asd " ENERGY LATIN DANCE .....
BUGGIANO
Pdl: "E' aumentando le tasse che il Comune è diventato virtuoso"

10/4/2012 - 12:31

Continua il botta erisposta sul bilancio tra amministrazione comunale e opposizione. Stavolta a intervenire è il coordinamento comunale del Pdl.

"Comprendiamo benissimo la complessità della questione e le difficoltà che si trovano a spiegare alla cittadinanza i risvolti economici finanziari dei singoli enti locali.
Però vogliamo provare a precisare alcune cose per dimostrare a tutti che le questioni che il nostro Coordinamento solleva sono distinte da quelle con le quali il nostro sindaco e il nostro vice-sindaco ci vogliono rispondere.
 
COMUNE VIRTUOSO
 
E’ vero l’art. 20 c. 2 del D.L. 98/2011 elabora la lista degli enti considerati virtuosi, fra i quali è presente anche Buggiano ed in maniera serena e trasparente ne prendiamo atto, tale lista viene elaborata in base ai seguenti 4 parametri:
 
1) Rispetto del Patto di Stabilità 2010,
2) Autonomia finanziaria (rapporto tra la somma di entrate tributarie ed extra-tributarie e le entrate correnti),
3) Capacità di riscossione (rapporto fra le entrate correnti riscosse e quelle accertate);
4) Equilibrio di parte corrente.
 
E’ evidente a tutti come questi parametri non abbiano niente a che vedere con il livello di indebitamento né tanto meno con la crescita della spesa corrente pertanto vorremmo fortemente evidenziare come questo dato, purtroppo, non influisca  nella capacità di contrarre mutui cosa che fa invece la legge di stabilità 2011 l.183/2011 art. 8 come abbiamo avuto modo di spiegare nel comunicato precedente.
Quindi è ovvio che il Pdl borghigiano non si ritiene assolutamente più competente del Ministero delle Finanze ma ad onore del vero tiene a ricordare come le cose siano ben distinte fra loro.
Anzi evidenziando questi parametri ci viene da fare una riflessione poiché è interessante analizzare il parametro n. 2 dove il rapporto tra la somma di entrate tributarie ed extra-tributarie (vale a dire i trasferimenti che il Comune riceve dallo Stato e le Regioni più le imposte comunali che l’ente applica ai cittadini) e le entrate correnti ci indica l’autonomia finanziaria dell’ente stesso. Il dato interessante emerge perché a parità di trasferimenti da Stato e Regioni, un aumento della tassazione comunale imposta alla cittadinanza, al quale si accompagna necessariamente un aumento della spesa, migliora l’indice. Insomma, più sono elevate ICI/IMU, Tarsu, Cosap etc , migliore è l’indice. Alla faccia del virtuosismo! Pensiamo che senz’altro il dato vada nell’interesse degli enti centrali (Regione e Stato); un po’ meno nell’interesse del cittadino, che corre il rischio di vedere alzata la soglia di tassazione ad esso applicata.
Quanto al quarto parametro, che indica la capacità di far fronte alle spese correnti con le entrate correnti (quindi, senza tener conto degli oneri di urbanizzazione), chiediamo al Sindaco di illustrarci quale è stata la sua evoluzione dal 2009 (che è l’anno a cui fa riferimento il presunto virtuosismo contabile del nostro comune) ad oggi. Poiché ci risulta che sempre maggiore è la quota di oneri applicata alla parte corrente del bilancio, vogliamo capire se il virtuosismo è sempre tale o si è perso un po’ per strada.
Essendo consapevoli del fatto che la presenza in questa lista implica la possibilità di modificare gli obbiettivi del patto di stabilità 2012-2014 e di come questa cosa possa avere riscontri positivi per il nostro Comune.
 
MUTUI
 
Riteniamo di non aver preso fischi per fiaschi ma anzi le nostre affermazioni, che derivano proprio dall’analisi del Consuntivo 2011, certificano che la percentuale sul rapporto sul limite di indebitamento nello stesso 2011 è pari al 3,32% (sfidiamo il Sindaco e il Vice-Sindaco a contestare questo dato) che rivisto nell’ottica delle nuove percentuali 8% per l’anno 2012 – 6% per l’anno 2013 e 4% a decorrere dal 2014 evidenziano senza ombra di dubbio come il nostro Comune per poter rispettare i nuovi indicatori dovrà far bene i propri conti prima di contrarre nuovi mutui. Ricordando che se la legge del 2011 è stata modificata non ha più valore e pertanto sono i nuovi indicatori a dover essere rispettati e che di fatto non vi danno la possibilità di sostenere spese impreviste
Sindaco se le leggi cambiano non è colpa di nessuno ma infatti proprio per questo ci sono due criteri da rispettare nella formazione dei bilanci, non solo pubblici: quello della prudenza e quello della sostenibilità futura delle scelte effettuate. Secondo noi, al di là delle restrizioni all’indebitamento da ultimo introdotte dal legislatore, il vero problema del nostro Comune è il rapporto tra debito accumulato ed entrate correnti. Secondo l’ultimo consuntivo approvato (2010), il Comune ha € 4.588.765,00 di debiti con le banche, a fronte di € 6.296.508,66 di entrate correnti. E’ un problema economico-finanziario, non giuridico, che significa aver ipotecato buona parte della capacità di indebitamento futuro dell’ente. In futuro non potremo indebitarci non perché ce lo vieterà qualcuno, ma perché non saremo capaci di far fronte ai rimborsi, questo è il punto. Non è questione di bilancio certificato dalla Corte dei Conti e/o dai revisori. Noi abbiamo sempre sollevato questioni di merito, di opportunità circa la scelte di bilancio, non certo di irregolarità formali o sostanziali. Ci mancherebbe pure che i bilanci fossero approvati in presenza di violazioni di legge!
Proseguiamo dicendo che sappiamo benissimo che il mutuo di € 160.000,00 è stato contratto per il ripristino della Frana di Malocchio questo certifica ancor di più la Vostra poca prudenza perché nel momento in cui il nostro Comune si è trovato ad affrontare una calamità naturale, ovviamente non prevista, non è stato in grado di dare risposte immediate a causa della mancanza delle risorse perché è bene ricordare che i cittadini di Malocchio e frazioni limitrofe hanno dovuto aspettare più di due anni prima di rivedersi la strada ripristinata. Pertanto non rimane che augurarci che sia la Giunta attuale che quelle future non si debbano trovare ad affrontare spese impreviste altrimenti saranno dolori.
Pertanto il Pdl non vuole nessuna rivisitazione del Vostro programma ci mancherebbe altro saremo solo attenti a vigilare che da qui al 2014 tutto ciò che avete programmato venga effettuato, concluso e messo a disposizione della cittadinanza.
 
Ci scusiamo con la cittadinanza e non vorremmo dare l’impressione di quelli che vanno a cercare l’ago nel pagliaio, ma poiché è dato inoppugnabile che la situazione economica-amministrativa del Comune e la sua politica di indebitamento ricadono e ricadranno su tutti noi vorremmo avere la massima chiarezza e trasparenza da parte di chi ci governa".

Fonte: Pdl
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: