Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 06:09 - 23/9/2020
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Le Elezioni Amministrative locali, hanno confermato uno straordinario risultato per il centrosinistra e la sua squadra, che và altre le facili previsioni. (67%) Dino Cordio ha mostrato, il legame, .....
BASKET

ChiantiBanca ancora a fianco del Pistoia Basket 2000. Il rinnovo dell’accordo che legherà anche per la prossima stagione il nome della più importante banca di credito cooperativo della Toscana alla società biancorossa è stato annunciato nel corso di una partecipata conferenza stampa.

HOCKEY

Il movimento hockeistico fa le prove di normalità destreggiandosi tra le varie situazioni Covid delle regioni, ma cercando in ogni modo di tornare a disputare gare.

RALLY

Gara sfortunata, per Pavel Group,  lo scorso fine settimana, il 38° Rally di Casciana Terme, in provincia di Pisa. Alla gara, valida per il Trofeo Rally Toscano, entrambi gli equipaggi “griffati” dalla compagine pistoiese, non hanno potuto accarezzare la bandiera a scacchi, quindi ritirandosi.

IPPICA

All’Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme di scena l’ultimo convegno della stagione 2020 con la graditissima presenza di Denis Coku, il giovane campione di paradressage al quale è stato intitolato il Trofeo riservato ai gentlemen.

BASKET

A due settimane dall’inizio del campionato – esordio ostico a Bolzano – cominciamo a conoscere le nuove arrivate e partiamo da una giocatrice talentuosa e combattiva.

RALLY

Tre piloti nella “top ten” della gara, valore aggiunto di una prestazione corale che ha garantito a Jolly Racing Team un ruolo di primo piano sulle strade del Rally di Casciana Terme.

CALCIO

A seguito delle votazioni dell'assemblea dei soci del gruppo Cuori Arancioni, tenutasi in data 17 settembre presso la sede nei locali del bar Aurora, pubblichiamo le nuove cariche sociali valide per la stagione sportiva 2020/2021.

BASKET

Prosegue la preparazione della Nico Basket Femminile, in vista dell’esordio di sabato 3 ottobre a Bolzano, e una delle più eccitate all’idea di ricominciare a fare sul serio è sicuramente Marta Tesi, guardia del 2003.

none_o

Ken Follett conduce abilmente il lettore in un viaggio epico, che terminerà dove "I pilastri della terra" hanno inizio.

none_o

Riprendono, dopo la pausa forzata, i corsi di pittura e disegno presso lo studio dell'artista pistoiese Paolo Beneforti.

Una terra con tanta storia,
se la percorri non ti annoia,
ogni .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Nato a Vienna nel 1747 è stato Granduca di Toscana dal 1765 al 1790.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Sono passati 40 anni dalla promozione delle Pistoiese in categoria A.

Smarrita chiavetta usb marca Lexar bianca con tappo arancione. .....
cerco qualsiasi mansione x impegno mia giornata sono dinamico .....
L'ANGOLO DI ALESSIA
di Alessia Iacopini
"Tre per uno" alla galleria McTerme: intervista a Daniele Gaudiano

3/3/2012 - 10:50



Dal 3 al 25 marzo, presso la galleria McTerme, nell’area della ex Lazzi, a Montecatini Terme (via Toti) si terrà la mostra “Tre per uno”, con l’abbinamento di opere di tre giovani artisti locali con quelle di un maestro affermato.
Riccardo Bacci, Daniele Gaudiano e Francesco Niccoli esporranno dunque i propri lavori unitamente a Rocco Normanno.
In vista di questa importante occasione – tanto per gli artisti quanto per la cittadinanza, che può finalmente fruire di uno spazio riservato alla cultura – ho intervistato l’amico Daniele Gaudiano, iscritto all’Accademia di Belle Arti a Firenze, cercando di approfondire alcuni aspetti delle sue creazioni esposte.
Si tratta di una selezione di quadri caratterizzati dalla medesima tecnica (medium espressivo), ovvero il gesso su tela.
Daniele mi ha spiegato il tipo di tecnica utilizzata, che consiste nel preparare la tela con una base (fondo gesso), per poi realizzare, invece, su un altro supporto, l’immagine che, successivamente, viene ribaltata sulla tela, in modo da formare su di essa una sorta di negativo, che poi l’artista riesce ad imprimervi mediante graffi sul supporto che si riflettono sulla tela.
L’opera definitiva, perciò, comprende una dimensione spaziale ed una temporale, in cui la prima è data dalla distanza fisica tra la base pittorica (la sospensione del colore) e la struttura di ogni traccia di gesso, quindi il colore contrapposto al segno, mentre la seconda attiene alla percezione da parte dell’osservatore, il quale ha bisogno di più tempo per capire e ricomporre l’immagine rispetto a quello che richiederebbe un quadro realizzato con una tecnica tradizionale.
Mentre le ultime opere, in ordine di realizzazione temporale, sono mosse da un intento di denuncia della mercificazione del corpo della donna, che costituisce un leit motiv di non immediata evidenza poiché le figure risultano piuttosto decontestualizzate, le prime invece fluttuano in una dimensione onirica meno definita.
 
L'arte, quella vera, quella che viene dall'anima, è così importante nella nostra vita. L'arte ci consola, ci solleva, l'arte ci orienta. L'arte ci cura. Noi non siamo solo quello che mangiamo e l'aria che respiriamo. Siamo anche le storie che abbiamo sentito, le favole con cui ci hanno addormentato da bambini, i libri che abbiamo letto, la musica che abbiamo ascoltato e le emozioni che un quadro, una statua, una poesia ci hanno dato” (Tiziano Terzani, La fine è il mio inizio).
 
Ogni singola parola che compone questa meravigliosa citazione del grande Terzani si colora di una luce particolare dinanzi a un quadro di Daniele, perché i suoi lavori colpiscono anche lo spettatore più distratto, superando la barriera dei sensi e giungendo direttamente al cuore delle emozioni.
Emozioni viscerali, che sembrano toccare angoli dimenticati del nostro inconscio, ricordi tanto lontani che sembrano appartenere ad altre epoche.
Così come Daniele imprime i colori sulla tela attraverso dei graffi, così le sue opere sembrano graffiare quella pellicola di anestetizzante razionalità di cui abitualmente ci rivestiamo, aprendo la porta ai ricordi annidati nella nostra memoria emozionale e a nuove sensazioni che ad essi si intrecciano in un unicum inscindibile.
Si tratta di opere estremamente complesse e mai banali, che un osservatore può apprezzare a più livelli purché respinga ogni tentazione di rifugiarsi in una prospettiva interpretativa preconfezionata: occorre cercare. E non si tratta di una ricerca guidata: non vi è un ordine suggerito nella visione delle opere (6 lavori in totale tra cui un trittico, dunque 8 pezzi), né vi sono univoche chiavi di lettura fornite della sintassi dei quadri.
Ogni singolo elemento, per quanto possa apparire secondario in una visione d’insieme, magari perché poco definito o meno in evidenza, è purtuttavia funzionale alla comprensione; ogni punto della tela può essere scelto per iniziare la lettura, le cui redini sono completamente nelle mani dell’osservatore.
Daniele mi ha infatti spiegato che ogni elemento che compone l’opera ha un ruolo di concorrente e mai di deterrente, che va a chiudere il cerchio del percorso interpretativo.
La grandezza di un artista sta anche nel realizzare un’opera che non esaurisce tutto ciò che può trasmettere in sé stessa, ma che – al contrario – cattura tutto ciò che lo spettatore è disposto a concederle, sotto forma di attenzione ed interpretazione, veicolato dal bagaglio personale di esperienze ed emozioni, e lo restituisce in una forma nuova e più completa e matura, quasi travolgente.
Anche per questo, con i migliori complimenti all’artista e gli auguri per la sua carriera, invito caldamente i lettori a dedicare un piccolo ritaglio del proprio tempo alla visione di queste opere che non potranno sicuramente lasciare indifferenti.
 
La galleria sarà aperta venerdì (16.00-19.00), sabato e domenica (10.30-12.30 e 16.30-19.30).

Fonte: www.mcterme.it
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: