Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 06:08 - 15/8/2020
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

quindi zorrino dovrei sparire, inoltre io sarei di una "specie".
Non riesci a scrivere un commento che non evidenzi la tua vera indole di intollerante e fascistoide . Insomma un bel falso comunista .....
IPPICA

Le richieste di prenotazione per accedere come spettatore sugli spalti dell’Ippodromo Snai Sesana durante il Gran Premio Città di Montecatini di Ferragosto, sono andate esaurite in pochi giorni.

IPPICA

All’Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme il “must” dell’estate con la corsa delle pariglie, una prova spettacolare che è una prerogativa dell’impianto della Valdinievole e da sempre attrae la curiosità degli appassionati.

BASKET

Il Pistoia Basket 2000 è lieto di comunicare che il roster della prima squadra targata Giorgio Tesi Group in vista della prossima stagione di Serie A2 sarà completato dai giovani atleti Lorenzo Querci, Angelo Del Chiaro e Joonas Riismaa. Tutti e tre sono cresciuti nel vivaio del Pistoia Basket Academy.

IPPICA

La modalità per accedere all'ippodromo Snai Sesana nella serata di sabato 15 agosto, in occasione del Gran Premio Città di Montecatini, dovrà avvenire mediante una richiesta di prenotazione.

CALCIO

Tutto pronto in casa Montecatinimurialdo per la stagione 2020/21.

CALCIO

Altri acquisti di grande qualità in casa Bioacqua Av Le Case. arrivato  dalla Meridien il forte centrocampista Alessandro Piscitelli, classe 1987. Alessandro vanta con esperienze al Cecina 2000, Monsummano e, appunto Meridien in 1^ Categoria porterà classe ed esperienza nel centrocampo della Bioacqua.

IPPICA

All’Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme è iniziata la settimana più calda della stagione del trotto nazionale.

IPPICA

Grande attesa per la notturna di sabato 15 agosto all’Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme con la 68^ edizione del Gran Premio Città di Montecatini.

none_o

La recensione di questa settimana della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro di Erin Morgenstern.

none_o

Il libro racconta l’esperienza di Vicofaro.

Oggi è un giorno d’agosto.
Alla buon’ora della mattina
siamo .....
FILATELIA
di Giancarlo Fioretti

Tutto cominciò con il manuale "La scienza in cucina e l'arte del mangiar bene".

VALDINIEVOLE STORICA
di Giancarlo Fioretti

Scorza ebbe strettissimi legami con la Valdinievole e con Montecatini in particolare.

Smarrita chiavetta usb marca Lexar bianca con tappo arancione. .....
cerco qualsiasi mansione x impegno mia giornata sono dinamico .....
LA FONTE DELLE IDEE
di Raffaello Romanelli
La città turistica e termale

25/2/2012 - 18:43

La fonte delle idee, rubrica a cura di Raffaello Romanelli
Una città turistica e termale

 

Nel corso di questa settimana si è svolto l’osservatorio turistico di destinazione nel salone storico delle terme Excelsior. Si tratta di un progetto finanziato dalla regione Toscana che nasce con l’intento di analizzare, comprendere e definire le strade per rinnovarsi e intercettare nuovi flussi turistici. Di seguito alcuni spunti che mi hanno colpito e che intendo sottoporre all’attenzione dei lettori di Valdinievole Oggi.

 

1. Il centro cittadino come volano per l’economia locale. Investire nella riqualificazione e nella valorizzazione del centro cittadino rappresenta una modalità definita come efficace e vincente per stimolare l’economia e diffondere ottimismo nelle categorie economiche e nella cittadinanza. Sono stati proposti esempi virtuosi e vincenti, ma forte e chiaro è passato il messaggio che non esiste città turistica al mondo che si presenti agli occhi dei suoi visitatori come una copia di altre città. Si deve lavorare sul “simbolismo” ovvero su elementi distintivi e specifici che caratterizzano e qualificano Montecatini agli occhi della concorrenza sempre più forte e diversificata. Il nostro simbolo? Le Leopoldine come punta di diamante di un compendio termale dall’appeal mai tramontato.

 
2. Le priorità: una città pulita e sicura. Proprio così, la pulizia associata alla sicurezza. Sono queste le richieste che accomunano residenti e turisti. Tutti d’accordo nel chiedere di più a partire dall’accoglienza e dalla cura dell’ambiente. Il biglietto da visita che identifica una località sono le stazioni ferroviarie. Partiamo da qui. Sproniamo ulteriormente le ferrovie dello stato a fare il proprio dovere, non è facile, ma si può e si deve fare meglio. Il sindaco si è impegnato rispettando quanto promesso in campagna elettorale: postazioni fisse dei vigili urbani alle stazioni. Molto bene, ma adesso anche RFI deve fare la propria parte.
Si legge dalla stampa che il parcheggio Toti, area ex lazzi, verrà messo in sicurezza con sbarre di accesso automatizzate e videosorveglianza interna ed esterna. Mi sembra un’ottima iniziativa soprattutto se letta insieme al “mcterme”, la mostra artistica che ha permesso di dare nuova linfa artistica e culturale ad un intero quartiere.


3. La città a misura di cittadino: stop alle auto. Centro chiuso al traffico, ma aperto alle famiglie. L’ipotesi di lavoro prospettata è chiara ed in linea con quanto messo nero su bianco nel programma elettorale della giunta Bellandi - stop alle auto in piazza del Popolo ed in viale Verdi - un grande risultato che non dovrà vedere arretramenti davanti alle lobby conservatrici che premono e premeranno affinché questo progetto di città non si realizzi. 
 
Conclusioni: chi amministra deve avere il coraggio di pensare al futuro delle generazioni che verranno a prescindere dal ritorno elettorale nel breve termine - interessi tanto legittimi quanto particolari e specifici non possono e non devono diventare un peso insormontabile per i montecatinesi tutti.

Fonte: Rubrica a cura di Raffaello Romanelli
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




28/2/2012 - 13:21

AUTORE:
Mario Matto

mio padre e mio nonno dicevano sempre stai lontano da disfattisti e pessimisti perchè il loro più gran successo consiste nell'avverarsi delle loro previsione infauste...

28/2/2012 - 8:57

AUTORE:
Disfattista

nel vocabolario della lingua italiana il termine disfattista ha diversi significati,tutti negativi.L'accostamento di questa parola a persone che non la pensano come gli altri,è pura e semplice licenza gratuita con segni di ignoranza.Se lei intendeva dare a questa parola il significato di pessimista nel contesto,può anche andare,ma non può affibbiare quello di traditore di Montecatini,cosa inesatta e cattiva,nessuno commento di parte contraria a questa storia ha dato dei disfattisti agli altri,ognuno ha diritto di descrivere una sua verità.

27/2/2012 - 20:03

AUTORE:
Mario Matto

Carissimo Romanelli, non si curi di sandokan e dei disfattisti vada avanti e porti avanti con convinzione e competenza le sue riflessioni davvero sensate e brillanti. Bravo Romanelli.

27/2/2012 - 19:04

AUTORE:
Qui Radio Londra

Mi creda lasci perdere ,non ne vale la pena dialogare commentando con signori che pensano di essere i soli depositari della verità montecatinese,menti superiori nei riguardi della media dei comuni mortali.

27/2/2012 - 18:55

AUTORE:
Pierino

Sandokan non ti rimane altro che candidarti alle prossime elezioni.
In tal modo potrai efficacemente portare avanti le tue idee.

27/2/2012 - 17:50

AUTORE:
sandokan

Sig.ra Grazia, secondo lei se chiudere una strada portasse 1000 persone in piu e di conseguenza i miei incassi aumentassero a dismisura...pensa che sarei contrario????

Non è che per puro caso c'è una lontanissima possibilità che la ragione non sia dalla vostra??

27/2/2012 - 17:20

AUTORE:
Gino

per me che sono nato e vivo da sempre a montecatini il miglior provvedimento mai attuato è stato chiudere la pineta alle auto. Adesso tocca al centro e a viale verdi. Speriamo bene!!! Gino, un elettore di Alessandro Sartoni

27/2/2012 - 17:18

AUTORE:
Grazia

Condivido al 100% la riflessione di Romanelli su Sandokan. Perchè invece di criticare Sandokan non si candida alle prossime elezioni con un programma di cosa da fare indicando anche come e quando le farebbe.

27/2/2012 - 16:49

AUTORE:
sandokan

se non è sua abitudine rispondere la ringrazio, mi sento onorato, anche se non capisco il bisogno di entrare nel personale...mica si sarà sentito in qualche modo in difficoltà?

visto la sua disponibilità vorrei sapere in cosa sono distruttivo.

forse non corrisponde a verità quello che ho detto?
l'osservatorio non ha detto cose presenti sulla bocca di tutti da decenni?

non è forse vero che le chiusure dello scorso anno sono state un flop? ...non crede che il possibile rilancio della nostra cittadina possa passare non da una chiusura ma dalla creazione di un prodotto???

il confronto di posizioni diverse è sempre costruttivo ma Lei evidentemente la pensa in maniera diversa.

potrebbe limitarsi a farmi capire dove sbaglio, mostrarmi i dati di cui certamente dispone...ma vedo che opta per altri lidi

27/2/2012 - 15:48

AUTORE:
Raffaello Romanelli

non è mia abitudine replicare, ma in questo caso è uno sforzo che mi è richiesto e pertanto procedo in tale esercizio intellettuale.
Le sue considerazioni sono disfattiste e distruttive - non penso che aiuti dire male di tutto e di tutti senza indicare la strada per uscire da una situazione di difficoltà. Ecco che un'analisi deve avere solide basi su cui poggiare le risposte che chi governa deve mettere in atto. Bene ha fatto la giunta Bellandi a coinvolgere l'università, i cittadini e le associazioni nella ricerca delle priorità da affrontare. Con intrecciamo i percorsi e con l'osservatorio turistico di destinazione si è passati dallo studio del sistema paese, all'analisi critica e professionale dei risultati, per poi indicare soluzioni possibili e plausibili rispetto a quanto indicato dalla cittadinanza. Ritengo questo percorso ancora più importante in un momento storico come questo dove le risorse per gli ienti locali sono state drasticamente ridotte dal governo centrale. 1) Scelta delle priorità con la gente e tra la gente.
2) Umilità nel definire la rotta per poi in alcuni casi saperla correggere in corsa al fine di superare gli eventi mutevoli che puntualmente si presentano.
Apprezzo Bellandi per quello che sta facendo. Sono oggettivo e credo che ce la stia mettendo davvero tutta.

Lei invece si è mai chiesto cosa potrebbe fare lei per la sua città? Dal profilo che emerge dalle sue parole la vedo così: polemico, sempre o quasi sempre di cattivo umore, ne mette in pista molte, ma difficilmente conclude quello che ha cominciato. Probabilemente ha cominciato l'università senza concluderla. Ma attenzione. Conclude incolpando gli altri e mai se stesso per i propri insuccessi. Il classico cittadino che incolpa lo stato per non offrire mezzi pubblici all'altezza quando in realtà è consapevole che lei un mezzo pubblico non lo prenderebbe comunque perchè sul bel suv che ha sotto il culo ci si sta più comodi e soprattuttto lontani da quella gentaccia che monta sui mezzi che lei richiede a gran voce urlando vergogna per lo stato in cui versano.

27/2/2012 - 9:54

AUTORE:
sandokan

sig alberto, non sapeva cosa dire?

e poi bastian contrario per cosa?

per aver detto che le affermazioni lette sono le solite da 30 anni?

per aver fatto notare che si parla di chiusura come atto che salverà la città quando quelle fatte l anno scorso hanno dimostrato il contrario?

è normale che ci siano posizioni e opinioni diverse ma ad un certo punto bisognerà anche dare uno sguardo ai dati reali e a quello che realmente accade, non crede?

26/2/2012 - 14:33

AUTORE:
Alberto

Risposta a Sandokan.

Mi sembra che il suo intervento sia il classico esempio di..... "bastian contrario", come avvenuto anche in altre occasioni.

Buona domenica

26/2/2012 - 12:02

AUTORE:
sandokan

Gentile Sig Romanelli,

avrei piacere mi rispondesse

che senso ha riproporre quello che è uscito da questo "utilissimo" osservatorio turistico che poi non è altro che quello che giunte e opposizioni dicono da decine di anni??

ci vuole una città sicura, pulita, bisogna ridare vita all economia cittadina.......

forse una di queste cose è mancata in qualsiasi campagna elettorale degli ultimi 20 anni??..il problema è farle certe cose, e non continuare a dirle all infinito.

ci vuole un simbolo e questo è le leopoldine?...e allora?... ma soprattutto cambia niente?

...e se le leopoldine come è evidente a tutti non si fanno?..e se chiudere viale verdi l'anno scorso, secondo me, non ha portato niente di quello che dice? e se chiudere il sabato in + alla domenica è stato, secondo me, un flop mai visto che ha costretto la giunta all ennesimo dietrofront?

26/2/2012 - 11:56

AUTORE:
Gianni

Riflessioni precise e motivate: sono pienamente d'accordo! mi complimento per la lucidità e la serietà dell'intervento. Montecatini chiusa al traffico sarà bellissima.

26/2/2012 - 8:42

AUTORE:
Qui Radio Londra

Come lei scrive non è obbligatorio leggere il giornale,questo vale anche per lei cara signorina o signora,questo è un giornale di libertà apolitico e pertanto quello che lei chiama coraggio io lo definirei più prestarsi politicamente ad imbonire la gente.Sui contenuti questa storia dei commercianti esiste da sempre,non c'è niente di nuovo nè di coraggioso a voler descrivere le cose come stanno.Sel'attuale giunta ha una formula per risolvere tutto,bene, ne prendiamo atto,ma stà a loro invertire l'attuale rotta e non certo perchè sul sito stà scritto questo atto di coraggio.

26/2/2012 - 6:59

AUTORE:
Martina

un giornale si può decidere di leggerlo o meno - in questo caso la gratuità offre un ulteriore spazio di libertà all'utente - pertanto mio caro "qui radio londra" non disprezzi chi ha il coraggio di mettere nero su bianco quello che è talmente evidente che in pochi osano dire: la lobby dei commercianti ha trovato una giunta forte che va decisa sulla strada del cambiamento privilegiando il cittadino e la collettività rispetto a tutto e a tutti. Super Romanelli!

26/2/2012 - 6:55

AUTORE:
Mario Matto

le parole che lei ha scritto sono i pensieri che in molti in città abbiamo dentro, ma non abbiamo il coraggio di esprimere quando si entra in un esercizio commerciale del centro e l'unica cosa che ci si sente dire dal commerciante è il lamento della crisi. Bravo Romanelli anche in questa occasione ha colto nel segno. Un suo fan!

25/2/2012 - 18:59

AUTORE:
Quì Radio Londra

Condivido le 4 righe di conclusioni,per il resto si tratta della solita zuppa riscaldata da quando esiste questo sito,discorsi tanti,dibattiti e osservatori turistici finanziati dalla Regione Toscana,tutto per dare aria alla bocca.