Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 21:08 - 19/8/2022
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Penso proprio di essere fascista !

Infatti oltre che pensare intimamente e graniticamente di possedere la verità assoluta, ho una profonda disistima di chi si affanna a discutere con me , cercando .....
PODISMO

Sabato 20 agosto in occasione della 43^ edizione della <<Marcia del Padule di Fucecchio>> gli amici del gruppo podistico Ponte Buggianese, vogliono  ricordare il loro  presidente e factotum Tullio Cardelli organizzando un gara e a carattere ludico motorio sulle distanze di km 2,500-6-10.

CICLISMO

L’associazione dilettantistica ciclistica Borgo a Buggiano, affiliata alla Federazione ciclistica italiana, organizza per il 18 agosto la gara ciclistica “Coppa Pietro Linari”.

IPPICA

Con il Ferragosto guastato dal maltempo, e la conseguente sospensione di metà riunione di corse, all’Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme si è tornati in pista nella serata di martedì.

BASKET

Mtvb Herons comunica di avere tesserato, con la formula del prestito, Matteo Lorenzi, ala-guardia del 2004, 194 cm, proveniente dalla Cestistica Audace Pescia.

BASKET

Coach Barsotti è pronto a plasmare il nuovo gruppo a sua immagine e somiglianza, come sempre. Nel suo staff, a fianco del confermato Gabriele Carlotti, è stato inserito Filippo Barra mentre il preparatore atletico sarà Matteo Finizzola.

CALCIO

E' previsto per il pomeriggio di giovedì 18 agosto alle ore 17:30 il ritrovo della Larcianese per il periodo di preparazione alla stagione sportiva 2022/2023. Ricordiamo che la società viola è stata inserita nel girone "A" del Campionato di Promozione, che inizierà domenica 25 settembre.

PODISMO

Dobbiamo chiamare il ‘’re della montagna’’ il pistoiese Massimo Mei, portacolori della società bianco verde dell’Atletica Castello Firenze che si aggiudica la dodicesima edizione della <<Corsa in montagna a Frassignoni>> che si è svolta nella località di Frassignoni, frazione del comune di Sambuca Pistoiese.

IPPICA

All’Ippodromo Snai Sesana trotto di Montecatini Terme è tutto pronto per la serata di Ferragosto e per la 70a edizione del 'Gran Premio Città di Montecatini'.

none_o

Premio di poesia Maria Maddalena Morelli "Corilla Olimpica" - Città di Pistoia, giunto alla sua V Edizione.

none_o

Al via una mostra inedita di opere tratte dal taccuino di un villeggiante inglese.

Per te, che sei per me una fiammella,
che generasti il figlio .....
IL MONDO IN TAVOLA
di Sissy Raffaelli

La ricetta dei carciofi spettinati

ZODIACO
di Sissy Raffaelli

Oroscopo di agosto

E'stato scritto e pubblicato un libro sulla presenza del grande .....
cerco bilocale affitto 300 o 350 euro zona Pescia, grazie arredato. .....
PESCIA
La Destra: "L'ospedale sempre più svuotato di professionalità e tecnologie"

23/2/2012 - 17:19

Il segretario provinciale della Destra, Giuseppe Fiore, interviene sulla situazione sanità e pronto soccorso all'ospedale.

 

"Gli episodi-limite dell'Umberto I e del Cardarelli hanno acceso in questi giorni i riflettori dei media sulla situazione degli ospedali e in particolare, dei Pronto Soccorso. Situazione che in realtà si trascina da anni, si è incancrenita con la scellerata Riforma-Bindi (ricordiamo a chi fosse sfuggito che l'attuale Ministro della Sanità è stato il consulente "tecnico" della Rosy proprio per quella riforma) ed è diventata insostenibile negli ultimi tempi complice il momento recessivo.
Anzi La Destra ritene che l'esasperazione del problema negli ultimi mesi sia legato, in buona parte, ad un fattore psicologico: i cittadini in sempre maggiore difficoltà economica, tartassati da imposte crescenti, angosciati ormai anche per il presente oltre che per il futuro, stanno diventando sempre meno tolleranti nei confronti delle angherie e del mal funzionamento della pubblica amministrazione in generale e della sanità in particolare. Oggi mal sopportano quanto subito passivamente per anni, come gli operatori del settore che, non vivendo su Marte, oltre ad essere attanagliati dagli stessi problemi, spesso sono pure professionalmente sfiduciati e demotivati.
 
La "Rossa Toscana di Rossi" però non è certo un'isola felice nè tanto meno la provincia di Pistoia. Qui poi, in tempi di "vacche scheletriche", si assiste ad una desolante guerra tra "più che poveri" tra gli ospedali di Pistoia e Pescia con un finale purtroppo già scritto a "vantaggio" del capoluogo. Il dramma però è che il nosocomio pesciatino probabilmente non verrà cancellato nè trasformato rimanendo "attivo" sulla carta ma sapientemente "svuotato" di tecnologie e professionalità con buona pace di chi ne avrà bisogno.
 
Dopo circa 15 anni di "prese in giro", da qualche mese sono partiti a Pescia i lavori per un pronto soccorso quasi adeguato ad un paese occidentale (sperando arrivino a compimento in un tempo ragionevole) ma per il momento le immagini degli ultimi giorni ed i tempi non sono molto dissimili da quelli degli ospedali partenopeo e capitolino come verificato dall'Arma qualche sera fa. Con tutto ciò nelle ultime settimane cosa è saltato in mente a un qualche "mega-dirigente-galattico" di Pistoia? Fare accompagnare i pazienti più gravi da trasferire in ambulanza ad altri ospedali per competenza dai medici ed infermieri del pronto soccorso in servizio. Perfetto, sono già in pochi rispetto agli accessi e si pensa bene di mandarli via per qualche ora così i pti si accumulano, i sanitari che restano schiattano e tutti rischiano: chi la pelle e chi il magistrato!! Tale situazione, se già problematica per il Pronto Soccorso di Pistoia, diventerebbe critica a Pescia dove i medici in servizio sono meno e non esiste reperibilità. Fortunatamente il fermento degli operatori dei due ospedali ha "allarmato" la  direzione che ha consigliato una più profonda riflessione al "colletto bianco" che avveva partorito la brillante idea.
 
Anche superato il Pronto Soccorso però i problemi non finiscono soprattutto per i pti afferenti alle Medicine. Infatti con dieci anni di razionalizzazioni ed ottimizzazioni delle risorse culminati con l'intensità di cure, tutti sinonimi di tagli, la carenza di posti letto è cronica e molto spesso i pti vengono eufemisticamente "appoggiati" in altri reparti (ad es. a Pescia la Medicina, dalla fine dell'estate, avrebbe giornalmente una media di una decina di "appoggi"). Si tratta di pti "messi in un letto" dell'ortopedia o delle specialità chirurgiche spesso poste dalla parte opposta dell'ospedale rispetto alle Medicine quindi difficilmente raggiungibili dal personale medico pertinente, seguiti da personale sicuramente preparato ma abituato a pratiche, manovre, terapie ed esigenze di pti completamente diversi, molto meno avvezzo a determinate problematiche critiche ed alla loro gestione.
 
 Anche in questo, come in mille altri casi, però "tutto tace", nessuno si permette di disturbare il Grande Timoniere alla faccia della tutela della salute dei pti e della professionalità degli operatori, anzi forse, in alcuni casi, alcune "ottimizzazioni" possono fruttare anche qualche premio di produttività consistente per i "mandarini" di viale Pertini, una "mancia" agli intermedi e qualche spicciolo a chi ci mette la faccia e qualcos'altro.
 
Molti erroneamente pensano di "salvarsi", in caso di un qualche guaio, dichiarando di "obbedire ad un ordine" ma è un argomento che non è valso neppure a Norimberga e poi i medici non dovrebbero avere ancora un codice deontologico?!
 
Certo l'istituzione di un sistema feudale di distribuzione delle cariche, così come l'ha configurato la Bindi, ha fatto sì che molto spesso, anche se non sempre, a comandare sul campo siano arrivati gli Schettino, nella Sanità molto prima che alla Costa Crociere!"

Fonte: La Destra
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: