Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 20:12 - 04/12/2022
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Notizia fresca fresca :
Due anziani, pensione sociale , che procedevano con fare sospetto, sono stati fermati dalla GDF .
Alle varie domande , fra l'altro hanno dichiarato di andare a comprare le .....
CALCIO

Domenica alle ore 14:30 lo stadio "Idilio Cei" di Larciano ospiterà il sessantunesimo derby della storia in campionato tra viola ed azzurri.

BASKET

La Fabo Herons ha un assetto totalmente nuovo, dopo aver preso in A2 Adrian Chiera, dalla serie superiore arriva anche l’ultimo inserimento rossoblù, Marco Arrigoni, milanese, 31 anni, 3 promozioni dalla B alla A2, l’ultima qualche mese fa con Rimini, di cui era capitano.

RALLY

Due stagioni su asfalto e, al termine della seconda per la GR Yaris Rally Cup, arriva il debutto su fondo sterrato. Avrà luogo nel fine settimana prossimo, 10 e 11 dicembre, in occasione del Rally del Brunello, sesto e conclusivo atto del Campionato Italiano Rally Terra, a Montalcino, Siena.

CICLISMO

A partire dalle 16.30 di sabato 3 dicembre si terrà la premiazione delle società pistoiesi di ciclismo per l'anno 2022.

SPORT

Tredicesima edizione per la giornata del veterano dello sport e premiazione dell'atleta dell'anno. La cerimonia si terrà al ristorante Barbarossa di Serravalle il 3 dicembre alle 17,30.

BASKET

Fabo Herons Montecatini comunica di avere raggiunto un accordo per le prossime tre stagioni sportive, sino al 2024-25 compreso, con Marco Arrigoni, ala-centro di 198 cm, proveniente dalla Serie A2, che era in forza alla Rinascita Basket Rimini, di cui era capitano e dalla quale si è appena liberato.

BASKET

Alessio Torrini, ala pivot classe 2005 e protagonista dell'Under 19 Silver Movind, in testa alla classifica del proprio campionato, è stato tesserato in doppio utilizzo con la Wolf Pistoia.

BASKET

Arriva il primo stop casalingo di questo campionato per la Over Nico Basket Ponte Buggianese, superata 61-76 dalla Pallacanestro Femminile Pontedera.

none_o

Sono 40 i presepi provenienti da varie regioni d’Italia e dal mondo ospitati negli Antichi Magazzini e nell’atrio del palazzo comunale.

none_o

Si tratta di un progetto no-profit: il ricavato è destinato in parte alla campagna “Salviamo le api” di Greenpeace.

Per te, che sei per me una fiammella,
che generasti il figlio .....
IL SEGNO DEL MESE
di Sissy Raffaelli

Il segno del mese.

IL MONDO IN TAVOLA
di Sissy Raffaelli

Fritole veneziane.

Sales and Didactic Consultant

Descrizione della posizione

SI .....
E'stato scritto e pubblicato un libro sulla presenza del grande .....
BUONGIORNO MONTECATINI
di Raffaello Romanelli
Amici o nemici di Montecatini?

19/2/2012 - 12:39

La fonte delle idee. Il punto della domenica di Raffaello Romanelli

 

Amici o nemici di Montecatini Terme? In queste settimane si è fatto un gran parlare del nuovo comitato dei commercianti delle vie del centro cittadino. I rappresentanti democraticamente eletti Andrea Bonvicini, già assessore della giunta severi in quota pdl, e Alessio Nelli, commerciante con passione per la rappresentanza pare in cerca di visibilità in prospettiva della prossima tornata elettorale. Premessa necessaria che dovrebbe far riflettere sulla linea “apolitica ed indipendente” che queste persone vorrebbero far passare, ma tanto non ci crede nessuno. Adesso via nel merito in cinque punti.

 

1. Parcheggi e viabilità: sotto accusa il costo della sosta che il comitato definisce molto oneroso soprattutto se paragonato ad altre città turistiche. Dopo una veloce ricerca su internet questa affermazione risulta inesatta e pretestuosa. Stalli blu in città vicine come Firenze, Pistoia, Pisa sono più cari di Montecatini. La Versilia (Viareggio, Camaiore, Pietrasanta) brilla e si mette in evidenza sul tema perché i parcheggi non sono più cari, ma sono MOLTO più cari. Uno dei primi atti amministrativi della giunta Bellandi è stato proprio rendere gratuiti gli stalli di sosta in tutti i parcheggi in prossimità del centro. Si parla di una gratuità vera, 750 stalli di sosta, che da blu sono diventati bianchi sempre e per sempre. Scusate se è poco…

 

2. Chiusura del centro: un no deciso a prescindere alle pedonalizzazioni. Certamente una poco lungimirante posizione soprattutto se confrontata con altre realtà turistiche e termali che fanno dell’arredo urbano, del verde e della qualità della vita lontano e senza le auto un’ arma per contrastare la crisi e per contraddistinguersi dalle città metropolitane a cui siamo tristemente abituati. Bene ha fatto con una recente nota l’amministrazione comunale a tenere duro sulla posizione espressa in campagna elettorale: eliminazione della sosta di superficie dal centro, riqualificazione e valorizzazione degli arredi e della pubblica illuminazione, maggiore cura del verde grazie alla collaborazione con l’associazione dei vivaisti pistoiesi, varchi elettronici per informatizzare la gestione della viabilità garantendo sanzioni per i soliti furbetti.

 

3. Investimenti termali: lavori alle Leopoldine come priorità assoluta. Sono assolutamente d’accordo. Non a caso il Sindaco Bellandi ha introdotto la tassa di soggiorno che sarà destinata a tale finalità. Ma vale la pena sottolineare quello che è già stato fatto per le terme: più di un milione di euro sono passati dal Comune alle Terme in questi due anni. Contributi e aumenti di capitale… Cosa chiedere di più ad un comune di 20.000 abitanti che deve affrontare i tagli che, prima Berlusconi, e oggi Monti, stanno apportando agli enti locali? Francamente mi sembra che la giunta stia facendo il massimo. Mentre i commercianti, che soprattutto in passato si sono arricchiti grazie alle terme e ai suoi frequentatori, cosa fanno? Nulla. Ci sono le obbligazioni delle terme per “rilanciare la città” e quante ne hanno sottoscritte Bonvicini e i suoi? Nessuna. Non mi venite a dire che non hanno i soldi per farlo… manca la volontà!


4. Pineta e verde cittadino: La riqualificazione del patrimonio verde sta a cuore ai commercianti. La ritengo una cosa giusta, allora perché non cominciano a fare qualcosa di concreto invece di criticare e basta: potrebbero adottare porzioni di pineta e risistemarle a loro spese. Il Comune ha reso possibile questi interventi, ma è più facile criticare che costruire e fare. Immagino pertanto che nessuno “cacci” fuori i soldi per far niente.

 

5. Sicurezza e pulizia: la criminalità deve essere tenuta sotto controllo. Molto bene: giusto e condivisibile. Cosa prone il comitato degli “amici”? un emerito nulla. Un po’ pochino per chi si dice costruttivo e propositivo… Ecco un’idea: perché non adottare e custodire le stazioni a loro spese? Si ritorna lì, ci sono dei personaggi che a Montecatini hanno solo preso e mai dato.

 

Conclusione: in qualche occasione necessita chiedersi non quanto Montecatini potrebbe fare per noi, ma quanto ognuno di noi potrebbe dare per la città.

 

Rubrica a cura di Raffaello Romanelli

Fonte: Rubrica a cura di Raffaello Romanelli
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




25/2/2012 - 14:36

AUTORE:
gentile forestiero

Gentile sig. Riccobono,

io rispetto la sua idea di un centro aperto e mi piacerebbe facesse lo stesso con la mia che non è quella di un centro aperto, ma bensi la convinzione che in questo momento ...aperto o chiuso.. non cambia niente, anzi.

ma apparte il reciproco rispetto credo che ad un certo punto vadano anche analizzati i dati, non crede?

l' anno scorso la chiusura di viale verdi è stata, secondo me, un flop sia a livello commerciale che di eventi organizzati ....

e la zona chiusa da Messeri? per intenderci quella che va dal Bar Biondi all inizio del Viale Verdi.

non mi sembra che sia rinata... con numerosi eserci commerciali che non stanno andando prprio bene....
RIPETO, non sono contro la chiusura, ma ci sono altre priorità

24/2/2012 - 20:09

AUTORE:
quello che abbiamo

se montecatini è crollata non è certo per il centro aperto...lo è adesso e lo era ai tempi d'oro.

io non conosco nessuno che sia mai andato in vacanza dicendo: vado in quel postro perche ha il centro chiuso

a me sinceramente se il centro è chiuso o aperto non mi frega granche...quello che non capisco è il perche si discuta tanto di questo quando manca l unica cosa essenziale..un prodotto!

anzi il perche è fin troppo chiaro...non ci sono idee, la piscina è un miraggio..e allora si parla di traffico...molto piu semplice

prima portate gente e poi chiudete!!!

come portare gente? cosa farei io? basterebbe diversificare l offerta, non basarsi solo e sempre sulle terme (mentre ancora si riuniscono per dire che bisogna passare dal curativo al benessere quest ultimo è gia passato di moda)

1:investire sulle nostre strutture sportive (ancora oggi ndiamo avanti a permessi speciali)

2: investire in un cartellone UNICO di rilievo. tutti conosciamo i cartelloni di lucca, viareggio, pistoia...chi conosce i nostri???

p.s. nizza è chiusa come forte dei marmi...1 strada intersecata da altre aperte...pensi c ero un mese fa e non mi sono accorto fosse chiuso..sono arrivato sulla promenade, davanti a tutti i musei...sempre e solo in macchina!!!

24/2/2012 - 18:20

AUTORE:
Marco Riccobono

Caro MIEROILLUSO & illusionisti affini, consente un parere a un professionista che per motivi di lavoro trascorre mediamente un paio di week-and al mese nella vostra pur bella cittadina? Non sprechi energie e tempo a dibattere ogni volta il solito argomento del centro CHIUSO SI , CHIUSO NO, dicendo in modo infantile " Li' hanno il centro aperto!" " In quest'altra localita' anche!", facendo lcosi’ a figura del bambinetto che gioca con le figurine ( ce l'ho/non ce l'ho): il centro, se a Montecatini volete uscire dalla crisi, VA CHIUSO. PUNTO E BASTA.
Come gia' detto sono solo un frequentatore di Montecatini quindi non ho ne' interessi ne' parlo per partito ( in tutti i sensi ) preso: dico l'opinione appunto di un "forestiero".
Un centro chiuso porterebbe:

A) Piu' afflusso di persone e di conseguenza piu' introiti per le attivita' commerciali, tutte le localita' con il centro chiuso hanno un grosso beneficio economico: se non ne e' a conoscenza si informi e si documenti.

B) Si toglie il problema dell'inquinamento, ovvieta' ma fatto reale e concreto

Quindi, INCREMENTO ECONOMICO + CITTA' ECOLOGICA: si risolverebbero( o almeno sarebbe l’inizio) due dei problemi principali di ogni citta', LE PARE POCO?
O forse lei e' uno di quelli rimasti agli anni '60 affezionato ai DRIVE IN e vorrebbe entrare in macchina nei negozi??In tal caso dia un'occhiata al calendario, siamo nel 2012...
Lei, come altri montecatinesi, dovrebbe tenere in considerazione l’ opinione di chi viene in citta' ( vivete grazie e a noi)e che magari guardando la situazione con occhio NEUTRO vede sfumature cha a voi sfuggono ( o vi lasciate volutamente sfuggire ).
Si convinca che chiudere il centro e' una necessita' per la citta', altrimenti dovro' pensare che...
" MIEROILLUSO che a Montecatini ci fossero persone obiettive ed intelligenti"

Saluti

24/2/2012 - 14:26

AUTORE:
Montecatinese

Generalmente mi trovo dissenziente con questo signore "mi ero illuso"questa volta sono con lui in quanto rispecchia il mio pensiero sul chiudere e aprire alle auto,cose irrilevanti per cambiare rotta ad una Montecatini in stato comatoso.Giusto proviamo a chiudere ma vedrà che le cose rimarranno come sono,per S.Pietro in Persiceto (Bologna)le faccio notare,rispettosamente,che si tratta semmai di S.Giovanni in Persiceto,comune con oltre 27.000 abitanti e quindi con più abitanti di noi.

24/2/2012 - 8:58

AUTORE:
Un Cittadino

Secondo lei come si rilancia Montecatini?
Qual'è il suo messaggio per un centro come Montecatini per l'Italia e l'estero?
Se cambiasse la legge Merlin lo so bene.....
"Venite a Montecatini perchè passerete dal centro e potete entrare dentro i negozzi con la vostra macchina?"
Fino ad oggi il centro è stato aperto e Montecatini è crollata..Perchè?
Lei confronta poi città con Paesini....perchè Montecatini è un paesino.....però termale!!!.
Invece di valorizzare quello che noi abbiamo e tanti paesini NO andiamo a distruggerlo, non creando quelle prerogative perchè sia valorizzato....
Inoltre nella vita ci vorrebbe democrazia....il centro è sempre stato aperto, ora si chiude e si fanno degli esperimenti, delle prove (il mondo progredisce per via degli esperimenti) e poi si tirano le somme.
Per quanto riguarda la sua conoscenza geografica le dico che vicino a Monaco c'è Nizza con il centro chiusa ecc.
Monaco di Baviera.
Stoccarda
Ma sono città, con milioni di abitanti...
Centri Termali con il centro aperto ? Forse San Pietro in Persiceto....all'estero me ne dica uno visto che è tanto informato.....io non ne conosco.

23/2/2012 - 23:44

AUTORE:
mieroilluso

xche montecatini lo e'???

23/2/2012 - 20:38

AUTORE:
mieroilluso

le macchine stanno negli appositi spazi? ...ma va, incredibile.

sul fatto che hanno un prodotto dici bene(il casino) ma xche dici le macchine "ci devono arrivare"?...questo perche lo hanno deciso loro.

vorresti fare paragoni tra i centri termali "rimasti"...xche a montecatini i turisti vengono per le terme???? ma la sai la % di turisti termali rispetto al totale?

e comunque tornando ai centri termali...sei poprio sicuro che siano tutti chiusi?...o pali per sentito dire? sicuro??...mi fai i nomi?

23/2/2012 - 16:49

AUTORE:
UN CITTADINO

Montecarlo?????
Tutti i centri termali hanno il centro chiuso. Montecarlo non è un centro termale ma finanziario e bisogna arrivare davanti alle banche per portarci i soldi. Ha un casino tra i piu' famosi al mondo dove le macchine devono accedere. Le macchine non ci sono se no negli appositi spazzi se no ti mitragliano. O 100 euri multa....
Gli esempi si fanno con le solite caratteristiche...

22/2/2012 - 20:32

AUTORE:
Stefano Severi

Vorrei dare un mio parere su chi con troppa faciloneria scrive commenti su un argomento che forse ha le sue radici in tempi nei quali, almeno io, avevo i pantaloni corti. L'origine del "male oscuro" che affligge non solo Montecatini ma anche le città con una tradizione Termale "old style" sta proprio nell'immobilismo che le varie figure deputate all'amministrazione delle città termali hanno avuto per decenni, trasformando di fatto, quello che era un patrimonio a cielo aperto, in un "museo" e dove diventa difficile trovare un motivo per cui andare. Questo immobilismo è colpa di tutte le categorie, albergatori, commercianti, politici magari non in ugual misura ma si rischia a questo punto di fare solo una sterile polemica che non porta niente. Il comitato spontaneo dei commercianti si è fatto carico di "tentare" di fare qualcosa di concreto per cambiare quelle cose che sono possibili cambiare che a loro avviso non aiutano a superare questo periodo particolarmente difficile; dove le amministrazioni sono senza finanze dove gli albergatori sono senza clienti, e dove di conseguenza i commercianti, i ristoratori, e tutte le altre categorie piangono. Perciò io direi invece di fare polemica e di dire che un imprenditore come Bonvicini o un altro imprenditore come Nelli lo fanno per interessi di "visibilità" in una futura corsa politica, si provi a guardare loro solo come "amici di Montecatini" impegnati a fare cose vere, mettendoci anche i propri denari oltre che il proprio tempo per realizzare concretamente quelle cose che il programma presentato descrive in modo esauriente. Sta di fatto che si sono mosse le Associazioni di categoria per dare supporto a questa iniziativa, e anche l'attenzione dimostrata da parte dell'amministrazione Comunale non può che far sperare per il meglio.
Sono finiti i tempi in cui da soli si poteva risolvere i problemi oggi solo con l'aiuto di esperti e con le idee condivise di tutti si può riuscire a rendere appetibile un territorio dove la natura aveva fatto un capolavoro e dove, con scelte giuste e lungimiranti è sicuramente possibile renderlo nuovamente appetibile.

22/2/2012 - 16:55

AUTORE:
tierilluso

perchè Montecarlo (di Monaco) è una città termale?

21/2/2012 - 14:42

AUTORE:
mieroilluso

ma possibile si continui a dire che tutte le città turistiche e termali sono chiuse????

sottolineando il fatto che il 90 % di quelle che adottano ztl e aree pedonali sono chiuse nei centri storici e che la stramaggioranza di queste cittadine ha un prodotto turistico VIVO.(noi vogliamo chiudere quando non abbiamo prodotto e la città sta morendo!!!)

...poi rimane il fatto che comunue l affermazione è FALSA.

per ogni città con traffico chiuso ve ne trovo una con traffico aperto.

una su tutte? ma come mai secondo voi a Montecarlo (Monaco) dove la preoccupazione maggiore è quella di far arrivare i turisti che devono spendere, il traffico è completamente aperto????...ma non solo, il traffico è aperto 24 ore su 24 e nonostante questo la piazzetta di montecarlo è una delle piu belle e soprattutto pulite d'europa....ma come sarà possibile????????

20/2/2012 - 18:43

AUTORE:
Grazia

Bellandi e i suoi hanno un progetto chiaro e preciso: chiusura al traffico del centro e di viale verdi. Stanno facendo passi da gigante che nessuno in questi anni aveva mai nemmeno immaginato. Il coraggio di bellandi è apprezzabile. Tutte le città turistiche e tarmali hanno zone chiuse al traffico. Montecatini deve agire e mettersi al passo con i tempi.

20/2/2012 - 15:11

AUTORE:
sandokan

praticamente l intervento del sig. romanelli non dice niente di niente

nei punti 3, 4 e 5 dove si dice d'accordo e evidenzia non volendo gli scarsi risultati dell amministrazione si limita a dire: ma voi cosa fate?...praticamente l'amministrazione non fa niente ma siccome non fate anche voi allora è giustificata

sulla BARZELLETTA traffico portata avanti dal nostro lungimirante vice sindaco Fanucci (il tirreno, noto giornale di sinistra, lo annovera a fine anno tra coloro che scendono) si limita a dire che nelle altre località termali è tutto chiuso....MA DOVE???????????????

e la conclusione....lasciamo perdere va!!!

20/2/2012 - 9:34

AUTORE:
Barni Angelo

L'articolo del signor Raffaello Romanelli lo ritengo ben scritto e che ha colto tutti i punti in discussione in questi mesi sui media.
Faccio una premessa, a Montecatini ci sono tante attrattive che il turista non conosce, le enumero:
1)Ippodromo
2)Golf
3)Tiro al Piattello
4)Padule di Fucecchio visitabile in bicicletta o con guide sui barchini
5)Centro le panteraie con discoteca, minigolf e piscina.
6)Piscina Comunale
7)Palazzetto dello Sport
8)Kartodromo
9)Parco di Pinocchio
ecc. ecc.
Io ho proposta ai nostri politici di fare un semplice pieghevole con la descrizione delle attività, aiutati dalle associazioni, e descrivere le attrattive, i riferimenti o al limite creare un multipass per le attività stesse, da distribuire negli alberghi, attività commerciali, e nelle attività stesse.
Nessun centro termale può offrire tante attività ricreative e di svago.
I parcheggi ci sono a dei prezzi riticoli, con posti vuoti sia in centro (Kursaal) e sia al terminal e una navetta può essere comprata "Oggi".
Invece di fare polemica e cercare la luna nel pozzo, perchè non cerchiamo prima di valorizzare quello che abbiamo?
Quello che per ora funziona prima che tutto sia in crisi ?
Angelo Banri

19/2/2012 - 18:28

AUTORE:
Gianluca Pieri

Bravo Romanelli,
il suo è un intervento completo, esauriente e condivisibile.

19/2/2012 - 16:03

AUTORE:
Franco

mi riconosco al 100% nel suo intervento - i commercianti sono evasori e approfittatori!

19/2/2012 - 13:50

AUTORE:
luciano tiramani

Commercianti e Albergatori Sono le due categorie principi di Montecatini .Fino a quando c'era da prendere sono stati ben zitti e ne hanno approfittato a man bassa Poche preoccupazioni solo ritirare i soldi che a palate arrivavano.Quando a quel tempo c'erano possibilita',ognuno di lor signori si guardava bene di fare riunioni o di proporre nuove iniziative lasciavano che altri si facessero capaci di provvedere al futuro della Citta' ,Purtroppo questo non e' avvenuto ,dal momento che questi Signori si occupavano dell'imediato e non del futuro .Qualcuno di queste categorie ha anche amministrato ,ma ha seguito le stesse idee dell'imediato ed ora Montecatini e' fuori tempo massimo e se non ci sara' un impegno comune di tutte le persone di buona volonta che vogliono impegnarsi per trovare delle soluzioni ho paura che la politica non possa portare da nessuna parte.
luciano Tiramani
SVEGLIATITALIA