Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 15:11 - 20/11/2019
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Ma che cosa ha detto di concreto . Massimalismo , sete di apparire etc . Poi mi ha stufato e non la leggo più- Anche lei mi sembra ben piazzato nella gara alla rana che scoppia per prima . Avanti .....
BOXE

Ultimi giorni di allenamento prima della partenza per Miguel Bachi dove si vedrà protagonista ai campionati italiani che svolgeranno a Roseto degli Abruzzi in data 22 novembre.

PODISMO

La Polisportiva Circolo Arci Tamburini di Cerbaia di Lamporecchio organizza per domenica 24 nella località del Montalbano, la trentesima edizione del ‘’Trofeo della Contea delle Cerbaie’’.

BASKET

Ben 50 minuti di gioco ci sono voluti per decretare il vincitore di questa splendida partita che ha visto i ciabattini capitolare al PalaEinaudi.

KARATE

Avrà inizio il prossimo venerdì 22 novembre alle ore 14 per concludersi domenica nel tardo pomeriggio la rassegna sportiva organizzata dalla Fesik (Federazione educativa sportiva italiana karate) presso il Palaterme.

TIRO A SEGNO

Dall’8 al 10 novembre si sono svolti presso il poligono di Tiro a segno di Napoli il Trofeo delle Regioni e la “fase nazionale” del Campionato Giovanissimi.

BOCCE

Non chiamatelo sport per pensionati: praticare uno sport significa passione, impegno e una dose non indifferente di sacrificio, questo vale sia per gli sport che vanno per la maggiore come il calcio, sia per i cosiddetti sport minori fra i quali le bocce.

VOLLEY

Stupendo inizio di campionato per Montebianco che batte 3 a 1 la giovane ma già molto competitiva compagine di Prato

BOCCE

Al termine di una prestazione generale al limite della sufficienza. Con alcuni atleti sottotono, ai termali è mancata la concentrazione e grinta agonistica, pur senza togliere i meriti agli atleti anconetani, alcuni punti buttati al vento, nel corso dell’incontro, avrebbero potuto marcare con più risalto il divario con le altre formazioni del girone”.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori è dedicata a un libro di Francesco Sole.

none_o

Il quarantennale di attività creativa di un artista come Franco Del Sarto non può certo rimanere inosservato.

Soffioni

Impalpabili infiorescenze di sambuco
soavi di luce .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Altopascio, 16.000 abitanti, è da considerare parte integrante della Valdinievole.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Ricordi dell'associazione dilettantistica calcio Montecatini.

Cercasi coinquilina studentessa solo ragazze
Appartamento sito .....
SCUOLA di BALLO e DANZA ACCADEMICA
asd " ENERGY LATIN DANCE .....
UZZANO
Pdl: "Il Pd di Uzzano smetta di occuparsi di faccende romane"

23/9/2011 - 19:06

Il coordinatore vicario del Pdl, Elena Sorani, attacca il Pd con questa nota.

 

"Anche ad Uzzano il locale circolo del Partito Democratico prova a tradurre in movimento popolare il presunto sdegno nei confronti del governo Berlusconi.
Nelle case delle famiglie uzzanesi ha fatto la sua comparsa un volantino, redatto con uno stile che ci ricorda ben altri tempi della nostra recente storia nazionale, ormai archiviati tra i più bui e settaristi degli ultimi sessanta anni.
Con il consueto linguaggio fatto di invettive e di ricette preconfezionate, degne del più basso populismo all’italiana, i dirigenti del PD di Uzzano trovano il tempo per occuparsi di questioni romane, facendo da cassa di risonanza per slogans e accuse alle quali ormai pochi credono, sia perché il metodo denigratorio non trova più molti accoliti disponibili, sia perché il continuo scontro sta alimentando proprio l’effetto opposto a quello desiderato dai cosiddetti democratici.
Segue un religioso decalogo, ricetta consunta di proposte spesso prese “a prestito” tra quelle già poste in cantiere dal Governo Nazionale, altre del tutto utopiche, altre che – se venissero realizzate – sarebbero lesive del diritto alla proprietà, all’acquisto di beni (vedi la ridicola tracciabilità sopra i mille euro) e alla libera determinazione dell’impresa attraverso la legittima creatività del capitale.
Ma al di là di queste semplici considerazioni, che riguardano le dinamiche politiche ed economiche nazionali… il PD uzzanese non ha proprio altre questioni di cui occuparsi? Con questo volantino altisonante e dal gusto romano, il partito di Bersani, D’Alema, Penati… pensa di offrire una presenza capillare sul territorio e di venire incontro alle aspettative dei cittadini che attualmente sta amministrando? O forse abbiamo sbagliato noi nel meravigliarci e Uzzano è diventato sede di qualche grande dibattito politico nazionale?
Non ci pare proprio, anche perché ad Uzzano non si riesce ad avere nemmeno un interessante dibattito sulle questioni che riguardano il territorio di competenza: tutto avviene nel silenzio, in un clima ancorato alle supreme decisioni del partito.
Avremmo voluto vedere proprio i dirigenti uzzanesi, assieme ai loro superiori romani, affrontare una crisi simile a questa e proporre queste ricette che polverizzano le poche risorse disponibili rendendole “pioggia economica” e verificare il sensibile progresso di un Paese (il nostro) che ha bisogno di ben altre cure e ben altre sensibilità politiche. Ma in un’epoca in cui anche gli appelli più alti all’unità e alla collaborazione valgono meno di un raglio d’asino, anche i dirigenti del PD di Uzzano hanno voluto dare prova della coerenza nazionale della loro eterogenea aggregazione, dividendo ancora una volta il “pensiero unico” dal buonsenso. L’unico programma politico possibile.

 

Questo il comunicato, al quale segue però un altro testo che il Pdl ci ha inviato e che pubblichiamo: "Dì ad Alberto che ci vada peso, perché chi ha preparato il volantino dovrebbe essere Dino Cordio, ragazzino che crede di mangiare il mondo perché è stato nominato segretario del Pd di Uzzano (non so se è una cosa partita più in alto, fammi il favore informati se è solo una cosa del comune di Uzzano). Saluti. V."

Fonte: Pdl
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




3/10/2011 - 18:53

AUTORE:
Giovanni

Tralascio tutte le opinioni sulla vita e la politica di Uzzano,mi interessano relativamente,ma puntualizzo che sono d'accordo con Profili sul contenuto delle sue osservazioni circa l'attuale governo,trovo un'errore quando nel punto 10 parla che il ventennio Berlusconiano sia stato secondo,come disgrazie Italiche,solo al periodo fascista,la correggo per me è da collocarsi alla pari dell'altro,si tratta di aspettare gli ultimi sgoccioli per uscire da questa funesta situazione.

2/10/2011 - 14:43

AUTORE:
Giuliano Profili

Gentile Sig/ra Sorani

Francamente avrei preferito considerare chiusa la polemica fra me e lei in relazione alle sue prese di posizione sul volantino diffuso dal P.D. di Uzzano, con il quale si voleva far conoscere le posizioni di questo partito sulla manovra finanziaria (la terza in 50 giorni) appena varata. Le confesso che faccio molta fatica in questo momento di difficoltà economica del paese, come anche lei stessa ammette, dove le persone comuni fanno i salti mortali per arrivare a fine mese, continuare a sprecare tempo ed energie su questioni davvero inutili al loro bene, non ci seguono i cittadini che ogni giorno sono costretti a fare i conti con la crisi, con la disoccupazione giovanile, con l’aumento delle tariffe, di cui il P.D. con il volantino diffuso nella circostanza, da lei considerata un atto grave, desiderava, non solo informarli su come stanno davvero le cose in questo Paese, ma intendeva far conoscere a chi lo desiderava, qualche proposta su cui maggioranza e opposizione si possano confrontare, è stato solo dopo aver notato l’assenza di precise risposte politiche, nel suo (O DI ALTRI) articolo, alle proposte contenute nel volantino, che ho deciso di commentarlo volendo evidenziare ai lettori come la mancanza di proposte si trasformi in polverone, convinto che ciò sarebbe stato utile al dibattito che ne sarebbe seguito. Per questo non mi sarei certamente aspettato una replica così pepata ed intrisa di veleni politici nei confronti di uno che oggi si chiama signor NESSUNO, che non ha più nessuna responsabilità politica o Istituzionale, nè locale, nè territoriale, avendo scelto come uomo fedele ai propri ideali che i valori di rinnovamento degli uomini e delle idee, siano strumenti che la Politica non deve mai abbandonare.
Questi sono i valori, i convincimenti, che in modo graduale sono cresciuti nella mia coscienza da quando ancora bambino (14 anni) ho iniziato a lavorare e che mi hanno guidato nell’educazione della famiglia, nel rispetto per gli altri, nel considerare un avversario politico, non un mostro che vuol mangiare il mondo, ma una persona che la pensa diversamente da me, cosa questa che non ho trovato nel suo, (O DI ALTRI) articolo, e se mi permette questo mio modo di pensarla, sempre animato dalla trasparenza e dalla moralità, mi ha guidato anche nel mio quindicennale impegno per la comunità Uzzanese avendo ricoperto vari ruoli nell’ Amministrazione Comunale dal (1980 al 1995) e più in generale nella militanza nella sinistra. Per questo trovo inutile,che un cittadino/a con i problemi che tutti giorni deve affrontare, perda tempo come lei, scrivendo articoli provocatori e diffamatori, come quello che ha fatto pubblicare, che le ripeto non credo porteranno nessun vantaggio ai cittadini. Le motivazioni che mi spingono a replicare, se il Direttore del giornale le riterrà degne di pubblicazione, sono invece altre. La prima è far venire fuori tutte le differenze di concezione della società fra P.D.L. e P.D. La Signora Sorani, si sforza nella replica nel lanciare appelli condivisibili, dal mio punto di vista, al senso di responsabilità verso il Paese in questo particolare momento ed al tempo stesso continua a sostenere un Governo che ogni giorno calpesta, offende, denigra con tutti i mezzi a disposizione le opposizioni, privandole, nelle aule Parlamentari, di esprimere qualsiasi proposta, nella speranza che il prezzo pagato a Scilipoti ed alla Lega sia ancora sostenibile per il Paese, ma lei, si sta o no rendendo conto che ormai si va avanti solo con voti di fiducia nonostante 80 Parlamentari in più? La seconda è che lei continua a sostenere un Presidente che va dicendo che le opposizioni potranno dire la sua solo alla fine del mandato ricevuto dai Cittadini, così dice Berlusconi. La terza, lei crede in una forza politica, che ha interrotto dopo anni di legittimazione reciproca, la possibilità per le opposizioni di ricoprire la terza carica dello Stato, ALTRO che inviti al senso di responsabilità che si ritrovano anche in altri commenti fatti da esponenti del P.D.L. locale, contrabbandando di fatto la parola CONSOCIATIVISMO, con il riconoscimento parlamentare delle opposizioni.
La quarta è, ma lei si è domandata se oggi il P.D. potrebbe sacrificare i suoi valori fondanti, aiutando un Governo, ( badi bene non il Paese) presieduto dall’uomo politico più discusso sul piano morale degli ultimi 50 anni, che ha ormai perso la fiducia non solo degli italiani, sull’etica politica che dovrebbe avere un Presidente del Consiglio, ma anche quella delle cancellerie mondiali, che ha avuto il coraggio di baciare le mani al sanguinario Gheddafi di fronte agli occhi del mondo intero,con la mistificazione che così avrebbe aiutato il Paese? La quinta è che lei crede ancora in questa legge elettorale (a meno che non abbia firmato per il referendum abrogativo) che nomina Parlamentari le persone più obbedienti, servili, non ai propri elettori o al Paese, ma al capo. La sesta, è che lei, crede ancora in un sistema di democrazia, che permette ai nominati, doppi incarichi, che permette, per esempio, ai partiti di maggioranza P.D.L.-LEGA, di controllare tutti i posti degli enti locali e del sotto Governo, soprattutto al nord. La settima e che lei continua a sostenere, e questo lo trovo strano per una giovane come lei, un Governo che ha spaccato in due il Paese, facendo credere che dobbiamo dividere i buoni , come credo sia lei Signora Sorani, dai cattivi, quelli come me, Dino Cordio, che si impegnano in politica continuando a credere che la democrazia si basi sul rispetto, l’ascolto delle proposte politiche di tutte le componenti sociali del paese, comprese quelle dell’avversario.
L’ottava è che lei continua a sostenere un Presidente che ha generato un conflitto senza precedenti fra poteri dello Stato, la politica, contro la Magistratura, la Corte dei Conti, ignorando tutti gli appelli, sia delle opposizioni, sia del Capo dello Stato, che invitano tutti al senso di responsabilità, verso le Istituzioni e verso i cittadini.
La nona, che lei continua a credere in un governo, che per le sue contraddizioni interne, per lo scontro di potere in atto, non è capace nemmeno di nominare il presidente della Banca d’Italia, nomina per altro esclusivamente tecnica e non politica.
La decima è che, dopo venti anni di Berlusconismo, dove si è illuso e si continua a illudere i cittadini che tutto è possibile fare, rubare, offendere, che pagare le tasse è da stupidi tanto ci penserà un condono, che si può costruire ovunque, tanto ci sarà un condono, che avendo diverse cause in corso, ma essendo difesi da Avvocati seduti in Parlamento, si può sempre sperare, o in leggi ad personam, o che la causa vada in prescrizione. Questi saranno i problemi più difficili da affrontare nel futuro in questo Paese per chiunque sia chiamato a governare nei prossimi venti anni, saranno soprattutto i giovani come lei che pagheranno a caro prezzo questo brutto periodo storico che ha attraversato l’Italia negli ultimi 20 anni, che ritroveranno descritto nelle pagine di storia, come una delle peggiori disgrazie capitate al nostro Paese dopo il Fascismo. Possibile mai che lei non si interroghi su tutto ciò, credendo cosi ciecamente in qualche miracolo divino? E’ in questo quadro politico, che rimane difficile, anche per le persone di buon senso, fare appelli ai cittadini per chiedere sacrifici. Ci provi lei, ci metta la faccia, organizzi qualche assemblea pubblica, proponendo nuovi schemi di concertazione costruttiva per rilanciare il Paese e dare nuova fiducia agli Italiani,visto che la sinistra nazionale sa proporre solo vecchi e logori sistemi.
Quanto alle mie allusioni all’estensore dell’articolo, (L’Alberto Provinciale), mi fa molto piacere invece sapere che lo ha scritto lei, volendoci ricordare che lo stesso, in questo momento, ha altri problemi a cui pensare, spero che il più importante non sia quello della sua nuova collocazione politica e la ricerca di una nuova poltrona, dopo la matematica e certa sconfitta del centro destra alle prossime elezioni nazionali.

Signora Sorani, pur non avendo esaurito gli argomenti, né il tempo per continuare a scrivere (sono in pensione), per quanto mi riguarda io chiudo qui il mio rapporto epistolare con lei, da questa vicenda ne ha gia tratta troppa pubblicità, potrebbe finire che, se si ripresenterà in lista ad Uzzano, anziché prendere 7 preferenze potrebbe prenderne 8. Cara coordinatrice vicaria non ci conosciamo di persona, questo rende le nostre posizioni politiche ancora più distinte e distanti, le faccio però una proposta, ci potremmo incontrare per prendere un caffè insieme, potrebbe essere l’occasione per superare le rispettive diffidenze e i pregiudizi sulle nostre posizioni ideali, politiche e storiche. Se invece, nel frattempo, avesse maturato qualche ripensamento sulle proprie posizioni politiche, come le è stato suggerito anche da altri commentatori del suo articolo, le vorrei ricordare, anche se credo già lo sappia ,che il prossimo 5 Novembre, a Roma, in Piazza S. Giovanni, (Piazza molto nota anche ai sostenitori del Cavaliere per avervi portato diverse volte in gita), ci sarà una grande manifestazione del P.D.
Io ci sarò, potrebbe essere anche questa l’occasione per una chiacchierata, mi faccia sapere, per contattarmi è sufficiente consultare l’elenco telefonico.

Profili Giuliano

1/10/2011 - 23:21

AUTORE:
Roberto Mazzetti

Sinceramente qui bisogna comprendere!? la nota è stata spedita dal PDL di UZZANO al giornale on line. Quindi chi l'ha spedita sapeva a chi la mandava. Da ciò, ci sarebbe da capire se il PD prende per il sedre il PDL di Uzzano(mandando in pubblicazione il messaggio di accompagnamento) o se è il PDL di Uzzano a prendere per il di dietro il PD Montecatinese...
(sapendo che questo avrebbe mandato in stampa anche il messaggio di accompagnaento). Non si potrebbe mandare una nota a qualcuno senza che questo la verifichi prima di mandarla agli organi di informazione... Non si può pensare che qualcno mandi in "stampa" qualcosa con la nota di accompagnamento di richiesta di pubblicazione... Ne va della credibilità dell'organo di stampa e/o della credibilità dell'addetto stampa del partito.... Insomma sono tutti e due da condannare... o tutti e due da assolvere perchè incapaci di intendere e di volere??? O hanno, tutti e due, raggiunto il proprio scopo: il primo risvegliando un dibbattito sopito a Uzzano, perchè l'opposizione appare supina alle volontà della maggioranza comunale, il secondo perchè rivela la pochezza dell'opposizione consiliare e l'assoluta impreparazione dell'opposizione interna della stessa??? Ai posteri l'ardua sentenza!

30/9/2011 - 14:52

AUTORE:
Dino Cordio

Abbiate pazienza se sono costretto ad intervenire attorno ad una discussione che io considero chiusa dopo aver letto il commento del Coordinatore comunale del Pdl di Uzzano. Purtroppo, però, la toppa che ha cercato di mettere il coordinatore vicario sulla brutta figura fatta è, come si suol dire, peggio del buco (o quasi). Rischiamo veramente di cadere nel ridicolo, in quanto mi sembra ovvio, a questo punto, che i problemi che rimangono ancora in discussione siano del tutto personali e riguardino la Signora Sorani e il suo modo di concepire l’impegno politico, la dialettica tra forze politiche alternative tra loro e la conoscenza del territorio. Tuttavia correre questo rischio è necessario visto che, nonostante tutto, ancora si continua a ribadire tesi che, citando il comunicato del mio circolo pubblicato oggi, sono “inconsistenti sul piano concettuale e politico”. Sono del tutto infondate le richieste di “un atteggiamento dove si dice ai cittadini che c’è bisogno di collaborazione, impegno e sacrificio unanime per fronteggiare le avversità di una recessione, frutto di politiche mondiali, sicuramente anche sbagliate, improntate al capitalismo più sfrenato a scapito dell’ambiente e di chi, ad oggi, muore di fame” da parte di una forza politica che, a livello nazionale, ha ripetute volte rifiutato un confronto con le opposizioni e ha alimentato quella politica che tanto biasima. Così come non è assolutamente pensabile scrivere un comunicato come quello pubblicato e poi proporre “iniziative di volontariato o di azione politica più formativa e concreta, che renda le nostre sedi politiche centri di aggregazione vivi e brulicanti di giovani consapevoli, capaci di portare avanti le loro convinzioni in nome di un ideale” (cosa peraltro che già, a sinistra, facciamo da tempo all’interno di partiti che hanno la buona abitudine di fare congressi, coinvolgere i propri elettori, comunicare le proprie iniziative con trasparenza). Già troppo peso ho dato alla questione, da adesso in poi mi renderò disponibile (e così farà il mio partito) solo a dibattiti con un minimo di fondamento politico.
Per il resto ringrazio di cuore coloro che si sono sentiti di esprimere la propria opinione e di stigmatizzare un comportamento che, sebbene esercitato in private discussioni erroneamente pubblicate on-line, è rivelatore di ciò che quotidianamente fanno taluni personaggi impegnati in politica. Così come ringrazio coloro che, da parte del centrodestra uzzanese, hanno avuto senso di responsabilità e si sono dissociati dalle parole della propria coordinatrice vicaria (anche se un minimo di contraddizione non si può non evidenziare).

30/9/2011 - 9:31

AUTORE:
franchi antonio

Consigliere Franchi Antonio del PDLl Uzzano
Cari signori vorrei spendere due parole in difesa del mio coordinatore vicario.
La signora Sorani non è quel mostro che tutti quanti cercate di dipingere, ma ha soltanto espresso un opinione sul lavoro che il PD comunale sta svolgendo sul territorio, condivisibile o no ,siamo pur sempre in un paese democratico dove ogni persona è libera di esprimere i propri giudizi , non riesco a capire perche tutta questa mobilitazione per un articolo che avete travisato e concentrato su le ultime tre note di servizio che tra l’altro non dovevano essere pubblicate , perche tale era solo una comunicazione interna , finita per sbaglio alla stampa, ma il redattore del giornale ha voluto farne uno scoop alimentando polemiche.
Non mi sembra un offesa se una persona viene definita uno che vuole mangiare il mondo, quante volte lo diciamo in capo alla giornata , per favore cerchiamo di stare con i piedi per terra.
Dino Cordio mio grandissimo amico, (non dal presente politico ma da attività che svolgevamo assieme negli scorsi anni in parrocchia),è un ragazzo ammirevole niente da eccepire ma come tutti i ragazzi della sua età è impulsivo e carico di voglia di fare perciò è possibile che ogni tanto sbagli, non me volere Dino ma è cosi. La signora Sorani ha portato l’attacco a Dino Cordio non per questioni personali, ( ci mancherebbe) ma come segretario del partito che rappresenta, pertanto mi sembra più che legittimo .
Vorrei ricordare a tutti gli inserzionisti che il PDL è parte di minoranza nell’amministrazione comunale, e sta svolgendo il proprio lavoro con rispetto e serietà, in armonia con la giunta raggiungendo risultati di tutto rispetto per il bene della popolazione, che da anni non si vedevamo nel comune di Uzzano.
Signori finiamola qui credetemi non giova a nessuno una schermaglia di questa portata, Dino tutto ciò ti aiuta a crescere come politico , in politica bisogna sferrare attacchi ma anche saper incassare, buon lavoro amico mio

30/9/2011 - 9:00

AUTORE:
Luigi Briganti

Quando parla di «opposizione […] impegnata esclusivamente a colpire ed offendere chi non la pensa allo stesso modo, pur di ottenere una visibilità fine a se stessa, a scapito di noi cittadini» si riferisce per caso a sé stessa? No, perché come spesso fate voi esponenti del Pdl (e non tutti fortunatamente) rispondete a tutto tranne alle obiezioni che vengono poste. Ciò che ha più suscitato perplessità e malumore, sia in Dino Cordio, ma soprattutto – parlo per me – in chi lo ha difeso è la parte finale in cui si fa riferimento all’”andarci peso” nei confronti del “ragazzino che crede di mangiare il mondo”, e altre amenità simili. Se doveva rispondere solo per giustificare frasi e attacchi gravi e personali che non stanno né in cielo, né in terra, poteva tranquillamente evitare la fatica.
Detto questo, mi rammarica vedere che non ha accolto il mio consiglio di vivere con più intensità la vita cittadina e politica uzzanese, perché se lo facesse non direbbe che «mi aspetterei, invece delle grida di dolore per i tagli del Governo, una comunicazione veritiera delle informazioni che, ad oggi, sembra non far comodo a nessuno». Proprio mercoledì sera si è svolto il consiglio comunale straordinario il cui terzo punto all’ordine del giorno è stato proprio quello dei tagli e – guarda un po’ il caso – destra e sinistra “cavalcavano uniti il cavallo di battaglia” dell’inopportunità del patto di stabilità, della quanto meno discutibile gestione della crisi, delle proposte da attuare per risolverla, almeno a livello locale. Il fatto che le sia sfuggita questa assemblea dimostra che non c’è grande comunicazione all’interno del vostro partito, o forse che ad Uzzano non rispettate i vostri a sufficienza da informarvi da loro sulla situazione politica e amministrativa in cui si trova il Comune.
Infine, le ripeto che l’oggetto del contendere non è la critica del volantino, che è sacrosanta, ma il modo e i termini con cui essa avviene. Il volantino trasmesso dal PD uzzanese, oltre a non essere di chissà quale ferocia, non è neanche arrivato a tutti i cittadini (io per esempio non l’ho ricevuto), ma anche se fosse, ripeto che una persona può leggerlo o buttarlo nella carta. E in ogni caso la sua redazione e distribuzione non impedisce a voi del PDL di fare altrettanto. Un attacco gratuito e violento come il suo non favorisce certo « atteggiamento dove si dice ai cittadini che c’è bisogno di collaborazione».

30/9/2011 - 0:25

AUTORE:
Elena Sorani

Signor Profili, condivido e rispetto il suo impegno trentennale in politica e un po’ meno la corrente a cui appartiene, ma non credo di “non” poter esprimere un mio pensiero, sicuramente degno quanto il suo e, se mi permette, ritengo di aver diritto, quale libera cittadina di Uzzano, di “non” condividere il contenuto del volantino fatto circolare alla popolazione della quale anche io faccio parte e, con la presente, ribadire il mio dissenso.
Vede, ritengo che le campagne propagandistiche, fatte ad uso e consumo di un Partito, siano quanto mai inutili in questo particolare momento di crisi economica e sociale generalizzata e di poco aiuto a persone che, come me, stentano ad arrivare a fine mese, rischiando di perdere tutto se qualcosa va male.
Avrei condiviso maggiormente, un atteggiamento dove si dice ai cittadini che c’è bisogno di collaborazione, impegno e sacrificio unanime per fronteggiare le avversità di una recessione, frutto di politiche mondiali, sicuramente anche sbagliate, improntate al capitalismo più sfrenato a scapito dell’ambiente e di chi, ad oggi, muore di fame.
Avrei condiviso una proposta su iniziative di volontariato o di azione politica più formativa e concreta, che renda le nostre sedi politiche centri di aggregazione vivi e brulicanti di giovani consapevoli, capaci di portare avanti le loro convinzioni in nome di un ideale.
Mi aspetterei, invece delle grida di dolore per i tagli del Governo, una comunicazione veritiera delle informazioni che, ad oggi, sembra non far comodo a nessuno; poi magari ci accorgiamo che le Regioni sono ricche, oppure che i tagli vanno ad incidere su talune Amministrazioni, fino ad oggi non in grado di offrire servizi adeguati ai diritti del cittadino.
Sono questi i cavalli di battaglia che, a mio avviso, andrebbero cavalcati uniti, destra e sinistra, secondo gli schemi di una concertazione costruttiva per non distruggere ciò che è l’uomo, la sua dignità e la sua libertà di pensiero e d’azione.
Eppure il signor Cordio apprezza lo spirito collaborativo della nostra opposizione in ambito comunale!
E, allora: perché strumentalizzare inutilmente le scelte di una “manovra” che certo non potrebbe renderci più ricchi, con il solo intento di colpire un capo di governo scelto comunque dal popolo? Silvio Berlusconi, se è l’unica causa delle disgrazie italiane, lasciamolo giudicare ai posteri; la storia ce lo racconterà come ha già fatto per quelli prima di lui.
Io Signor Profili, sarò anche una dilettante, ma è deludente detto da lei, perché l’esperienza le avrà insegnato che, ad oggi, non premia continuare a riproporre schemi ormai consunti di un’opposizione nazionale impegnata esclusivamente a colpire ed offendere chi non la pensa allo stesso modo, pur di ottenere una visibilità fine a se stessa, a scapito di noi cittadini.
Inoltre, anche se sono residente ad Uzzano da pochi anni, come donna libera, ritengo di poter fare le mie esternazioni ovunque, fino a quando farò il mio dovere con onestà e lealtà.
Da dilettante, sono rammaricata che non abbia gradito il nostro “articoletto”, ma sono al contempo felice per il confronto dialettico suscitato, che ormai da troppo tempo mancava ad Uzzano.
In riferimento alle sue allusioni al Coordinatore La Penna, le posso garantire che non era in alcun modo a conoscenza (prima del suo invio alla stampa) di tale articolo: anche perché, uomo del suo spessore politico, ha ben altro a cui pensare.
A coloro che mi chiedono di fare le scuse al Sig. Cordio, rispondo dicendo che non si preoccupino di insegnarmi le buone maniere; se non ci si facesse prendere dalle manie di protagonismo è facilmente intuibile che il trafiletto di servizio non era a firma mia.
Inoltre, mi sembrano grottesche le frasi di supporto al “povero e indifeso” Cordio, che senza il braccio dei suoi non sa difendersi; e poi, mi chiedo - difendersi da chi e da che cosa? –…
Nella vita non è necessario rimanere simpatici a tutti! Mi scuso dell’ironia, ritenuta forse sciocca ai vostri occhi, ma che mi fa sinceramente sorridere.
In ultimo, vorrei dire ai sostenitori di Cordio che, se criticare un volantino e non concordare sulle linee guida di un partito vuol dire aver fatto una figuraccia, ebbene mi sento fiera ed onorata di averla fatta.
Scusatemi se mi sono permessa di replicare, il vice coordinatore PDL Elena Sorani.

29/9/2011 - 17:30

AUTORE:
pucci sergio

La cosa che mi sarei aspettato dal coordinatore vicario di un grande partito come il P.D.L,era quella di dare la sua valutazione politica, su quelle che sono le proposte del P.D.

Invece leggendo il suo articolo trovo solo offese al P.D,e al suo giovane segretario Dino Cordio.
Probabilmente signora Elena Sorani la capacita politica per certe valutazioni non cel'avrà,e le rimane piu facile scendere nell'offesa.

Se ricordo bene anche gli elettori del P.D.L,quando si è presentata nella lista di cetrodestra alle ultime amministrative comunali à Uzzano, anno creduto poco alle sue capacita, dal momento che à avuto solo e dico solo 7 voti di preferenza

29/9/2011 - 11:09

AUTORE:
massimo morettoni

Chiamato in causa da uno dei commenti (Custodontis) ed in assenza di osservazioni da parte dei diretti interessati, mi pare necessario un mio intervento.
Il caso (direbbe Anatole France) quando ci si mette provoca sempre episodi curiosi.
Nel caso dell’articolo in commento ci sono due aspetti da tenere in considerazione: la nota inviata al giornale on line ed il testo che lo accompagnava.
Quanto al primo, devo dire di averlo rinvenuto solo qualche giorno dopo la pubblicazione sul sito, e sempre per caso. Di esso non condivido nè il tono (mi è sembrato un sasso in piccionaia) né il contenuto. Comprendo l’intenzione, invece, che era quella di replicare ad un “volantino” distribuito nel comune a firma del pd, il tenore del quale peraltro mi pare molto più soft di quello che si vorrebbe attribuirgli dal testo dell’articolo. Era necessario replicare alle 10 tesi dell’opposizione del di governo, maggioranza nel nostro comune. Ma non in questo modo, a parere mio.
Quanto alla seconda questione, accantonando un attimo il tema del come sia avvenuto il ricevimento della stessa e sulla sua pubblicazione, posso dire che il testo si commenti da sola. Si tratta, in ogni ca-so, ed in tal modo ritegno che debba essere letta, all’interno di una comunicazione privata, di un invi-to più da tifoseria che un invito sincero.
Ma non piace neanche a me, comunque, né il tono né il senso del messaggio.
Quando a Cordio, destinatario di tali attenzioni, che non conosco personalmente ma che incontro spesso vivendo nello stesso comune, che rispetto come leader di un partito avversario ma non nemico, e che ho anche apprezzato nel commento alla nota stessa, lo invito fin d’ora ad un incontro, per esprimergli la mia solidarietà e le mie scuse politiche e ad un dibattito, se vorrà, sui temi sollevati nel volantino, per quanto possano interessare agli elettori comunali.
Cordiali saluti.
Massimo Morettoni
Coordinatore comunale Pdl Uzzano.

28/9/2011 - 22:37

AUTORE:
Luigi Briganti

Caro signor Pedretti, beato lei che conosce la signora Sorani. Confermo quanto fa notare Massimo Cappelli: Elena Sorani pare sia residente a Montecatini. Magari è una commerciante che lavora a Uzzano, ma sinceramente non l'ho mai sentita nominare prima d'ora.
Per carità... se c'è un interesse del Pdl nei confronti di ogni aspetto della politica locale, ben venga. Il dibattito politico dev'essere costruttivo e gli errori agli avversari (e non solo) devono essere fatti notare per migliorare la situazione, non per sferrare attacchi alla cieca per il solo gusto di attaccare.
Però ciò che fa la sezione della Valdinievole del Pdl è assolutamente scorretto per varie ragioni:
1) qualsiasi cosa ci sia scritta in un volantino, rimangono comunque delle parole su un pezzo di carta che la gente può leggere oppure no;
2) la signora Sorani può anche lasciar perdere Alberto e farsi un giro ad Uzzano e chiedere ai cittadini stessi chi sia Dino Cordio e sicuramente riceverà risposte rassicuranti sul suo conto, poiché di ragazzi in gamba come lui ce ne sono pochi;
3) la signora Sorani dovrebbe tener presente - e con lei buona parte del suo partito - che ad Uzzano esiste un'opposizione che è assolutamenet consapevole di ciò che fa e delle iniziative da intraprendere - se necessarie - per contrastare l'operato dell'amministrazione.
Il bello della realtà Uzzanese è che ci si conosce tutti, o quasi, e le divisioni politiche non solo non giustificano, ma neanche permettono di attaccarsi l'un l'altro, perché ciascuno conosce il valore dell'altro, sia esso compagno di partito o avversario politico.
Evidentemente la signora Sorani e i suoi compari, a giudicare dai toni e dall'astio che inseriscono nei loro comunicati, non sanno cosa voglia dire confronto democratico e per questo mi dispiace per loro perché la loro chiusura agli altri causa la loro impossibilità di crescita personale. Senza contare il danno che ne riceve la comunità da uno scontro su questi livelli che certo non aiuta.
Da cittadino di Uzzano, inviterei la signora Sorani a farsi un giro da queste parti ogni tanto, parlare con la gente e vedere che atmosfera si respira. In fondo, qualora non gliel'avessero detto, è il compito di un politico.

27/9/2011 - 14:41

AUTORE:
Marco Niccolai

E' francamente difficile di non occuparsi delle vicende romane. Ci sarebbe da parlarne sotto tanti aspetti, ma quello dei pesanti tagli agli enti locali produce conseguenze molto concrete e tangibili. Per questo voglio "rassicurare" l'estensore del comunicato: come ad Uzzano in tutta la provincia, come abbiamo già fatto, faremo un'operazione verità su queste scelte e sul loro impatto. Ad Uzzano inoltre i democratici ( anche in questo caso si vede che abbiamo un giovane e preparato gruppo dirigente!) hanno avuto la buona idea non solo di parlare dei tagli ma anche delle controproposte del Pd rispetto ad una finanziaria che ormai tutte le forze sociali giudicano inefficace ed iniqua. E' davvero indifendibile ed infatti neanche il comunicato riesce in questa improba impresa, in sintesi si limita solo a dire: occupatevi d'altro. Francamente debole come argomentazione.
Diversa la valutazione sulle ultime parti. Cosa vuole significare "dì ad Alberto che ci vada peso"? "Peso" in che modo? Aspettiamo chiarimenti in proposito.
C'è un'unica cosa positiva: Dino Cordio e i democratici uzzanesi hanno colto nel segno e queste reazioni ne sono la dimostrazione. A Dino va il mio plauso ed il mio invito a continuare con la stessa determinazione ed impegno. Anche questo episodio ci conferma che c'è davvero l'esigenza di un nuovo modo di fare politica, in primis rispettoso delle idee e delle persone.

27/9/2011 - 11:05

AUTORE:
Emanuele Cutsodontis

Costringete anche a me ad intervenire. Io, due anni fa, mi sono mi sono candidato nella lista del centrosinistra per Uzzano rappresentando l'Italia dei Valori. Rimasi fuori (se volete il mio parere, anche un po' a sorpresa), ed il giorno dopo telefonai a Caterpillar, quando cercarono di parlare con "candidati trombati", parlando della "gioiosa macchina da guerra del Pd", frase che innervosì molti esponenti del Pd uzzanese. Rimango però a bocca aperta nel leggere non tanto il comunicato, che non mi stupisce pur non condivedendolo nei toni nè nei contenuti, quanto la breve frase che lo segue, agghiacciante in tutto il suo rigurgito squadrista. Non conosco la persona che ha siglato il foglio, non conosco nemmeno la coordinatrice vicaria del Pdl uzzanese, a suo tempo mia avversaria in campagna elettorale. Ma sicuramente non mia nemica. Mi sembra però più necessario e doveroso che opportuno, da parte di entrambi e da parte di tutto il Pdl, intervenire di nuovo nella discussione: non è concepibile lasciar passare un messagio come quello espresso nelle ultime righe. Con tutte le differenze che si possono trovare nelle nostre idee politiche, comunque non è mai venuto a mancare il rispetto fra noi, così come non è mai mancato nei confronti di esponenti del Pdl con cui ho incrociato la strada, pur rimanendo nelle nostre diversità di opinione. Un messaggio di spiegazione e di scuse si impone. E sarebbe più che opportuno arrivasse in tempi brevi.

26/9/2011 - 14:49

AUTORE:
Dino Cordio

La parte finale del comunicato penso che non fosse destinata alla pubblicazione (almeno lo spero); molto probabilmente, chi ha inviato il documento alla redazione non si è accorto di aver inoltrato anche una precedente discussione via mail avvenuta tra militanti/dirigenti del Pdl (mi piacerebbe conoscere l’identità di V., giusto per rassicurarlo della mia assoluta innocuità..). Un’intercettazione, insomma. Il rapporto Pdl/intercettazioni, d’altra parte, non è dei migliori.
Ora, non drammatizziamo, per carità. Però, visto che, mio malgrado, sono stato chiamato in causa in prima persona, qualche riflessione (solo ed esclusivamente sulla parte finale del comunicato, sul resto del documento sarà una nota del circolo del Pd di Uzzano “Enzo Biagi” ad occuparsi visto che sono stati chiamati in causa “i dirigenti” del partito che rappresento) mi piacerebbe farla.
In primo luogo, a livello personale mi dispiace di registrare certi toni carichi di disprezzo e arroganza nei miei confronti, toni ed espressioni che, per la verità, non si sono mai manifestati nemmeno in consiglio comunale dove, spesso, mi trovo a discutere con gli esponenti locali del Pdl (mi spiace solo di non aver avuto modo di discutere con la coordinatrice vicaria Elena Sorani). Anzi, se proprio vogliamo dirla tutta, non solo il rispetto per “l’avversario” politico è sempre stato il punto di partenza (per fortuna) di qualsiasi discussione politica, ma, in diverse occasioni,centrosinistra e centrodestra sono riusciti ad esercitare una “leale collaborazione” amministrativa che, senza dubbio, è andata a beneficio dei cittadini del comune di Uzzano (i verbali delle sedute, puntualmente pubblicati on line sul sito del comune di Uzzano, testimoniano proprio quanto l'operato dell’amministrazione di centrosinistra sia diametralmente opposto a quello del governo di centrodestra che, a livello nazionale,pone la fiducia e decide a maggioranza ad ogni votazione parlamentare) Insomma, è stata una sorpresa per me leggere quelle righe. Una sorpresa carica di amarezza e di (naturale) preoccupazione.
Preoccupazione per i toni, che, quelli sì, ricordano tempi “bui e settaristi”. Tutto questo contro chi ha la sola colpa di aver prodotto un semplice volantino (chi per curiosità volesse visitare il sito www.pduzzano.net si accorgerebbe della normalità del volantino oggetto di critica del Pdl) contenente le contromisure del Pd, presentate al parlamento e ignorate dal Governo. Perché tutto questo livore? Forse è un affronto essere stato eletto segretario di un circolo del Pd a 25 anni?
Preoccupazione anche per la natura delle fonti di informazione superiori alle quali questo “Alberto” (o chi per lui) dovrebbe attingere per “occuparsi” del “caso uzzanese”. Le informazioni essenziali, infatti, sono facilmente accessibili semplicemente digitando “Pd Uzzano” su google, o, se proprio si vuole indagare a fondo, “Dino Cordio”. Si scoprirebbe, così, tutto quello che c’è da sapere sul Partito Democratico di Uzzano: nome, cognome, professione, incarichi (addirittura il numero di telefono del segretario!) dei “dirigenti”, attività politica svolta, iniziative pubbliche e manifestazioni organizzate dal circolo “Enzo Biagi”. Tutto, insomma. E, per informazione generale, tutte le iniziative politiche del Pd di Uzzano sono pensate dalla segreteria comunale. Quale altra informazione serve? Cosa altro ci dovrebbe essere da sapere? Chi potrebbe dare altre informazioni?
Abbassare i toni, chiaramente, adesso è opportuno. Infondo si tratta di un (brutto) episodio. Magari sarebbe elegante scusarsi e ammettere l’errore. Una brutta caduta di stile indicativa del livello di certi esponenti di certa parte della politica italiana.

26/9/2011 - 8:36

AUTORE:
Massimo Cappelli

Ma questa Elena Sorani, è la stessa che su facebook si dice nata a Firenze e residente a Montecatini? Solo per capire...

25/9/2011 - 23:49

AUTORE:
Concordio

Con..cordio anch'io,: il pdl ha fatto proprio una fuguruccia, oltretutto chiedendo al'ex socialista di andarci "peso" e di fare operazioni di "intelligenzia" per indagare sul segretario di un partito.

25/9/2011 - 20:23

AUTORE:
Corrado Bartolini

facciamo politica: mettiamo al servizio del territorio il nsotro impegno, ma non attacchiamo personalmente chi non merita questo trattamento. Dino cordio si impegna anche se a volte come tutti sbaglia il tiro. certo il consiglio comunale di uzzano non è il parlamento, ma perchè non dare spazio alle idee e alla volontà di chi non ha paura di metterci la faccia

25/9/2011 - 15:02

AUTORE:
Massimo Pedretti

Grandissima Elena Sorani!
Come si fa a dire di non conoscerla? E' residente a Uzzano da sette anni, è stata candidata e pure rappresentante di lista. Forse è un modo per annebbiare la sua giusta analisi. La sinistra che ama mischiare le carte sta ancora una volta tentando il gioco denigratorio, aperto solo a ciò che fa comodo. Cari post/presudo comunisti, guardate come state riducendo la Valdinievole: un NULLA in mezzo a tante altre realtà che decollano. Brava Elena, siamo con te!

24/9/2011 - 16:38

AUTORE:
Giuliano Profili

Io non conosco come uzzanese Elena Sorani, nonostante il mio trentennale impegno politico nella sinistra Valdinievolina, e nutro forti sospetti, che lei stessa conosca il territorio di cui parla, le profonde radici Democratiche, il suo tessuto sociale, la sua grande sensibilità alla solidarietà, rappresentata per molti anni da due grandi associazioni di volontariato presenti sul piccolo territorio di Uzzano. Per questo, credo, ci sia stato bisogno di rivolgersi per confezionare l'articolo all'Alberto provinciale (che dopo aver militato per molti anni nel P.S.I. contribuendo alla sua scomparsa,è poi passato a Rinnovamento Italiano, per poi finire nel P.D.L.)invitandolo a picchiare duro su questo ragazzo, che ai suoi occhi si presenta come un mostro che vuol mangiare il mondo.Sarebbe stato invece necessario rispondere correttamente alle questioni sollevate,
argomentandole nel merito, con risposte credibili come si addice anche a chi, in modo dilettantesco come lei, Sig/ra o Sig/na Elena, tenta di far la pagella politica al segretario del P.D. Dino Cordio suo avversario politico, mettendo in moto anche ad Uzzano la macchina del fango: 1) Bastava dire che non si è d'accordo a ridurre il numero dei Parlamentari, a ridurre il numero delle Province, ad accorpare i Comuni, a ridurre i Consorzi
2)Bastava rispondere che non si è d'accordo sulla cessione degli immobili inutili, Ex Caserme, poligoni, aree militari in genere ormai rese inservibili dagli eventi.
3)Bastava dire che non si è d'accordo con le liberalizzazioni degli Ordini Professionali, come anno fatto i Parlamentari del P.D.L.(Avvocati-Notai-Commercialisti-Ingegneri) durante la discussione in aula, la vera CASTA di nominati che blocca da anni ogni sana ed utile riforma in questo settore.
4)Bastava dire, che non si è d'accordo con le agevolazioni fiscali, per chi investe nelle fonti energetiche rinnovabili, con la concessione di agevolazioni fiscali per chi crea posti di lavoro per giovani, con la risposta del Ministro Sacconi sull'Art 18 dello statuto dei lavoratori
5)La tracciabilità del denaro non è ritenuto un freno allo sviluppo, nè tanto meno lesivo del diritto alla proprieta, basterebbe guardare negli altri Paesi Europei come queste problematiche sono affrontate, con grossi risultati sul piano dell'evasione fiscale.
6)Lei continui pure ad opporsi all'introduzione di una patrimoniale, sulle grandi rendite, sui grandi patrimoni immobiliari, continuando cosi a mantenere in piedi un sistema fiscale, che colpisce sempre gli stessi, lavoratori,
pensionati, artigiani e piccole imprese.
7)Continui pure a sostenere coloro che, prima, hanno rubato al Paese,eludendo il fisco, sfruttando tutto ciò che era possibile sfruttare, trasferendo, poi, i loschi guadagni all'estero, nessun Governo Europeo avrebbe mai pensato di fare regali agli evasori, come quelli fatti da Berlusconi sul rientro dei capitali.
8)Continui a sostenere il Governo Berlusconi che a nascosto al paese per tre anni la crisi senza prendere nessuna misura idonea per fronteggiarla, per rilanciare l'economia, come e stato fatto in altri Paesi Europei.
Invece in Italia, Berlusconi, ha tenuto il Parlamento bloccato sulle questioni personali che lo riguardano, alimentando in Parlamento scontri muscolari sfociati in voti di fiducia, mentre il paese reale si aspettava altro.
Continui a sostenere il Governo salva corrotti P.D.L.-LEGA, consolandosi, con il nome di PENATI di cui fino al processo nessuno nel P.D.osa prendere le difese ne tanto meno il mangia mondo Dino Cordio.
9)Continui pure a sostenere il Governo più deriso al mondo, con il suo Presidente che ovunque si presenta racconta barzellette, che dice di fare il Presidente come secondo impegno, di vantarsi di fronte agli italiani, alle prese con le questioni del lavoro, dell'aumento delle tariffe, di averne solo OTTO in una notte a palazzo Grazioli.
10)Continui pure a sostenere il Presidente Berlusconi pluri inquisito in fondo CHI SI CONTENTA GODE da me e da altri avrà sempre il massimo rispetto per le sue idee,ma per FAVORE non sconfini più nell'offesa verso chi non la pensa come lei, GRAZIE!!
Come vede cara coordinatrice vicaria del P.D.L. di Uzzano, se avesse voluto confrontarsi politicamente, gli argomenti non mancavano, ha invece preferito sconfinare nel ridicolo, usando toni offensivi che sono sempre stati propri della destra oscurantista, retriva, con questi metodi ci vuol ricordare davvero ben altri tempi della storia politica italiana.
Ma si tranquillizzi il P.D. di Uzzano, come nelle sue tradizioni ,continuerà anche senza il suo assenso, ad informare i cittadini con materiale e sistemi, che il centro sinistra riterrà utili, efficaci, per una lbera e corretta informazione, con il solito linguaggio, chiaro, trasparente,
che sempre ci ha contraddistinto,nel denunciare con forza le brutte FACCENDE ROMANE.

24/9/2011 - 11:39

AUTORE:
Giuseppe

il ragazzo non merita questi toni in un comunicato pubblico alla stampa - peccato, il pdl ha dimostrato anche in questa occasione di fare di tutto per rimanere in minoranza ad uzzano