Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 20:02 - 24/2/2020
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

In questo momento in cui tutti sanno tutto , mi voglio smarcare dicendo che io non ne so niente e non sono in grado di dire niente .
Ho avuto cani di ogni taglia e razza che hanno accompagnato la mia .....
BASKET

Iniziano questa settimana i playoff del campionato di A1 Uisp di basket del comitato Pistoia-Prato. La formula prevede che la prima classificata al termine della stagione regolare sia già qualificata, di diritto, alle Final Four, che si disputeranno a fine marzo.

RALLY

Sarà parte integrante di uno dei contesti più esclusivi del panorama rallistico “terraiolo” la scuderia Jolly Racing Team, impegnata - nel fine settimana - sui fondi del Rally Val d’Orcia.

RALLY

E’ un resoconto altamente soddisfacente, quello analizzato da Jolly Racing Team a margine della partecipazione dei propri portacolori all’Adria Rally Show, confronto che ha interessato il sodalizio valdinievolino sull’asfalto dell’Adria International Raceway, nel fine settimana. 

TIRO A SEGNO

Al poligono del Tiro a segno nazionale sezione di Carrara è andata in scena nei primi tre fine settimana di febbraio la 1a gara regionale federale del 2020.

BOXE

Il folto programma dilettantistico vedeva impegnato, all’esordio nella categoria Élite (i più bravi senza caschetto) il forte e talentoso pugile di Borgo a Buggiano Miguel Bachi.

HOCKEY

Pistoia mantiene i suoi ottimi standard e nella giornata finale del Campionato nazionale di Hockey Indoor di A2

BASKET

La Gioielleria Mancini arriva da quattro sconfitte consecutive, la partita contro Ghezzano è quindi fondamentale per restare attaccati al treno play-off. 

TAEKWONDO

Due medaglie di bronzo e belle prestazioni per 6 giovani atleti (categoria cadetti) dell'Asd Taekwondo Attitude di Borgo a Buggiano alla sesta edizione dell'Insubria Cup, kermesse internazionale svolta al Pala Yamamay di Busto Arsizio (Varese).

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro di Vanessa Montfort.

none_o

La recensione dci questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro di Gian Arturo Ferrari.

Soffioni

Impalpabili infiorescenze di sambuco
soavi di luce .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Altopascio, 16.000 abitanti, è da considerare parte integrante della Valdinievole.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Ricordi dell'associazione dilettantistica calcio Montecatini.

Azienda di trasporto cavalli con sede operativa in Altopascio .....
Cerco elettricista x piccolo lavoro di manutenzione citofono .....
MOMSUMMANO E PIEVE A NIEVOLE
Semafori truccati: un esposto alla procura dei consiglieri Rossi e Scannella

6/4/2011 - 6:34

MONSUMMANO E PIEVE A NIEVOLE

Il capogruppo consiliare PdL di Pieve a Nievole Alessandro Rossi ed il consigliere comunale PdL di Monsummano Terme Tiziana Adele Scannella hanno presentato nei giorni scorsi un esposto all’autorità giudiziaria ed un’interrogazione ai Sindaci delle rispettive città di appartenenza, relativi alla lettera anonima pervenuta a Rossi, con allegati numerosi articoli di stampa, in cui si fa riferimento ad indagini svolte dalla Procura di Milano in relazione ad appalti per gli strumenti denominati T-RED, finalizzati al controllo elettronico dei semafori ed all’applicazione delle relative sanzioni.

 

Nella lettera anonima e negli articoli allegati si fa riferimento ad alcuni Comuni della Valdinievole, tra i quali Monsummano Terme, Pieve a Nievole e Larciano, che tramite convenzione hanno da tempo accorpato la Polizia Municipale. Nella documentazione si evidenzia che nei confronti di Sindaci di vari Comuni, nonché di Comandanti di Polizia Municipale al termine delle indagini sarebbe stato chiesto rinvio a giudizio.

 

I due esponenti del PdL, che hanno anche in precedenza sollevato critiche su talune vicende che hanno coinvolto la Polizia Municipale, sia in ambito consiliare che tramite stampa, hanno effettuato riscontri sulla veridicità della notizia, appurando che la stessa ha fondamento.

Di seguito si riporta, debitamente virgolettato, quanto evidenziato in rassegna stampa:

 

"Il procuratore aggiunto milanese Alfredo Robledo ha chiesto il rinvio a giudizio per 33 persone - fra cui una quindicina di comandanti della polizia locale, alcuni sindaci di piccoli centri e altri funzionari pubblici – accusati di aver pilotato le gare d’appalto per piazzare i T-red (…). Gli imputati sono accusati, a vario titolo, di associazione per delinquere e turbata libertà degli incanti (…). Ecco l’elenco dei comuni coinvolti nell’inchiesta: Albese con Cassano(Como), Basiano (Milano), Campolongo maggiore(Modena), Castellina Marittima (Pisa), Castelnuovo Rangone(Modena), Certaldo(firenze), Cinisello Balsamo(Milano), Fragneto Minforte (benevento), Gazzada Schianno (Varese), Invorio (Novara), Jolanda di Savoia (Ferrara), Larciano (Pistoia), Lari(Pisa), Lendinaria (Rovigo), Masale (Milano), Monsummano Terme (Pistoia)….. ect. ect." (fonte quotidiano La Repubblica del 14 febbraio 2011) ed ancora: "Sono 35 i comuni coinvolti – tra il 2003 e il 2008 – in diverse regioni e province italiane nell’inchiesta milanese condotta dal pm Alfredo Robledo (…). E poi Larciano e Monsummano Terme (Pistoia) (…)"(fonte Gruppo Editoriale L’Espresso del 15 febbraio 2011).

I due consiglieri comunali hanno perciò presentato un esposto all’autorità giudiziaria, affinché faccia chiarezza sulla vicenda ed hanno protocollato un’interrogazione alle Amministrazioni Comunali di Monsummano Terme e Pieve a Nievole, onde ricevere esaustive e circostanziate spiegazioni e chiedendo di darne informazione soprattutto a coloro che a suo tempo sono stati costretti a pagare multe salatissime a causa dei T-red  piazzati ai semafori, sanzioni che - alla luce di quanto sta emergendo dalle indagini dell’autorità giudiziaria milanese - sono state incassate dai cittadini in modo quanto meno illegittimo.

Il capogruppo consiliare PdL di Pieve a Nievole

Alessandro Rossi
Il consigliere comunale PdL di Monsummano Terme

Tiziana Adele Scannella


INTERROGAZIONE DI TIZIANA ADELE SCANNELLA

Alla Cortese attenzione
Del Sindaco di Monsummano Terme
e. p.c. Al Presidente del Consiglio Comunale

Al Segretario generale
OGGETTO: INTERROGAZIONE T-Red


La sottoscritta consigliere comunale Tiziana Adele Scannella presenta al Signor Sindaco ed al Presidente del Consiglio Comunale di Monsummano Terme la seguente interrogazione:

PREMESSO
· Che alcuni giorni orsono è pervenuta lettera anonima, con allegati numerosi articoli di stampa (di cui allego copia), in cui si fa riferimento ad indagini svolte dalla Procura di Milano in relazione ad appalti per gli strumenti denominati T-RED, finalizzati al controllo elettronico dei semafori ed all’applicazione delle relative sanzioni;

· Che sia nella lettera anonima che negli articoli allegati si fa riferimento a Comuni della Valdinievole, tra i quali Monsummano Terme, Pieve a Nievole e Larciano;

· Che nella summenzionata documentazione si evidenzia che nei confronti di Sindaci di vari Comuni, nonché di Comandanti di Polizia Municipale al termine delle indagini sarebbe stato chiesto rinvio a giudizio;

· Che da verifiche effettuate dalla sottoscritta su Internet e specificamente su siti de La Repubblica ed altri, si è potuto appurare che la notizia di tali indagini ha fondamento, come dal testo estrapolato si evince e che si riporta debitamente virgolettato: "Il procuratore aggiunto milanese Alfredo Robledo ha chiesto il rinvio a giudizio per 33 persone - fra cui una quindicina di comandanti della polizia locale, alcuni sindaci di piccoli centri e altri funzionari pubblici – accusati di aver pilotato le gare d’appalto per piazzare i T-red (…). Gli imputati sono accusati, a vario titolo, di associazione per delinquere e turbata libertà degli incanti (…). Ecco l’elenco dei comuni coinvolti nell’inchiesta: Albese con Cassano(Como), Basiano (Milano), Campolongo maggiore(Modena), Castellina Marittima (Pisa), Castelnuovo Rangone(Modena), Certaldo(firenze), Cinisello Balsamo(Milano), Fragneto Minforte (benevento), Gazzada Schianno (Varese), Invorio (Novara), Jolanda di Savoia (Ferrara), Larciano (Pistoia), Lari(Pisa), Lendinaria (Rovigo), Masale (Milano), Monsummano Terme (Pistoia)….. ect. ect."(fonte quotidiano La Repubblica del 14 febbraio 2011) ed ancora: "Sono 35 i comuni coinvolti – tra il 2003 e il 2008 – in diverse regioni e province italiane nell’inchiesta milanese condotta dal pm Alfredo Robledo (…). E poi Larciano e Monsummano Terme (Pistoia) (…)"(fonte Gruppo Editoriale L’Espresso del 15 febbraio 2011);

CONSIDERATO

Che è obbligo dell’Amministrazione la tutela del cittadino:

Per tutti gli argomenti citati in questa interrogazione chiedo al Sindaco e all’Amministrazione Comunale
· Di dare esaustive e circostanziate spiegazioni su quanto sopra esposto;

· Di darne informazione soprattutto a coloro che a suo tempo sono stati costretti a pagare multe salatissime a causa dei T-red  piazzati ai semafori di Monsummano Terme, sanzioni che - alla luce di quanto sta emergendo dalle indagini dell’autorità giudiziaria milanese - sono state incassate dai cittadini in modo quanto meno illegittimo".

Tiziana Adele Scannella – Consigliere PDL Monsummano Terme

N.B. Con preghiera di trattare l’argomento al prossimo Consiglio Comunale


INTERROGAZIONE DI ALESSANDRO ROSSI


Pieve a Nievole, 4-4-2011

Alla cortese attenzione
del indaco di Pieve a Nievole

Oggetto: Interrogazione su procedimenti penali su T-RED apparsi sulla stampa nazionale.

PREMESSO

-Che nei giorni scorsi mi è pervenuta lettera anonima con allegati numerosi articoli stampa in cui si fa riferimento alle indagini svolte dal Giudice Alfredo Robledo della Procura di Milano, in relazione agli appalti degli strumenti denominati T-RED per il controllo elettronico dei semafori e le applicazioni delle relative sanzioni.

-Che sia nella lettera anonima che negli articoli si fa riferimento anche a comuni della Valdinievole tra i quali Larciano, Monsummano Terme e Pieve a Nievole.

-Che viene evidenziato come nei confronti dei Sindaci e Comandanti dei comuni menzionati, ed anche nei riguardi dell' amministratore unico della ditta Ci.ti.esse è stato richiesto il rinvio a giudizio.

-Che da verifiche da me effettuate su internet e sui siti di Repubblica ed altro, ho appurato che la notizia ha fondamento.

CONSIDERATO

-Come Consigliere Comunale ricoprendo funzione pubblica sono tenuto a presentare questa interrogazione quindi:

CHIEDO

Al Sindaco e alla Giunta

-Di dare spiegazioni se sono a conoscenza dei fatti sopra citati ed in tal caso di dare delucidazioni nel prossimo Consiglio Comunale.

-Di mettere a conoscenza, come obbligo per l'Amministrazione in base alla legge .per la tutela del cittadino, i pievarini che a suo tempo sono stati costretti a pagare multe commutate dai T-RED .

Alessandro Rossi Capogruppo PdL Pieve a Nievole

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  

 

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: