Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 22:01 - 31/1/2023
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Frasi che mi avviliscono .
Offese gratuite e magari anche giuste .
Ma espresse così mi paiono vergognose .
Quando si esprime un giudizio senza aggiungere un perché , e atto di violenza "fascista"
Troppo .....
BASKET

Fabo Herons Montecatini rende noto che il giocatore Dominic Laffitte, in accordo con il club, concluderà la presente stagione sportiva con un'altra squadra, con l'obiettivo di avere maggiore spazio sul parquet.

HOCKEY

La stagione indoor si conclude amaramente per gli arancioni che retrocedono nella A2 nazionale del campionato in questione e magari anche con qualche recriminazione perchè forse si poteva riuscire, in una mezza impresa, a rimanere più in alto.

AUTOMOBILISMO

La F1 Italiana è la gara più popolare in Italia.

BASKET

La Gioielleria Mancini inaugura il girone di ritorno con la difficilissima trasferta a Prato contro il Prato Basket Giovane, attualmente al terzo posto in classifica. La Cronaca della partita Vettori apre la partita con una bomba, Lorenzo Bogani accorcia e Pinna impatta dalla lunetta ma Vettori piazza un’altra bomba.

SCI

Gradito ritorno sulle nostre montagne del comprensorio sciistico di Abetone e della val di Luce di una tappa dello Ski Tour 2022-2023.

SCI

Ha preso il via in questi giorni la 41° edizione di Pinocchio sugli sci, la rassegna giovanile di sci alpino più amata d’Italia e tra le 5 più importanti al mondo.

BASKET

Gli studenti dell'Istituto professionale di Stato per l'enogastronomia e l'ospitalità alberghiera "Ferdinando Martini" di Montecatini Terme saranno ospiti domenica 29 gennaio al Palaterme in occasione della partita del campionato di Serie B Old Wild West tra Fabo Herons Montecatini e Legnano Knights.

CICLISMO

E' iniziata nel migliore dei modi la stagione 2023 del Team Corratec che si sta mettendo in mostra nella Vuelta a San Juan a confronto con squadre e corridori di alto livello.

none_o

"Raccontami un libro", di Ilaria Cecchi.

none_o

Dal 27 gennaio al 10 febbraio da Artistikamente (via Porta al Borgo 18), è in programma una mostra di Franco Bovani.

La mamma albergava nella casa che cura,
aveva le doglie, non .....
IL SEGNO DEL MESE
di Sissy Raffaelli

Il segno del mese.

IL MONDO IN TAVOLA
di Sissy Raffaelli

Rapini saltati alla Puccini.

Abbiamo aperto il 2023 con la selezione di due nuovi posti di .....
Buonasera. Cerchiamo addetto al ricevimento con buona conoscenza .....
PROVINCIA
Caccia con richiami non consentiti da appostamento fisso: tre cacciatori denunciati

28/11/2022 - 16:19

La polizia provinciale di Pistoia nella mattinata del 26 novembre ha accertato l’utilizzo di richiami non consentiti da parte di tre cacciatori in un appostamento fisso alla minuta selvaggina. I tre uomini durante l’esercizio venatorio, infatti, usufruivano di un registratore elettronico dotato di altoparlante per riprodurre il verso degli storni, al fine di attirare un maggior numero di uccelli da abbattere dall’appostamento.

 

L’utilizzo di richiami acustici a funzionamento meccanico, elettromagnetico o elettromeccanico, con o senza amplificazione del suono è vietato e penalmente sanzionato dalla legge sula caccia. Gli agenti hanno interrotto questa modalità illegale di esercitare la caccia denunciando i tre cacciatori e ponendo sotto sequestro il richiamo acustico vietato, gli storni abbattuti e le armi e munizioni utilizzate.


La caccia in deroga allo storno è consentita fino al 15 dicembre e possono essere prelevati non più di venti capi per giornata e non più di cento capi per l’intera stagione venatoria a cacciatore.


La polizia provinciale nel periodo di apertura della caccia, che va dall’ultima domenica di settembre al 31 gennaio, è intensamente impegnata nei controlli a tutela di tutta la fauna selvatica. Continueranno, in particolare, anche gli interventi mirati a contrastare il cosiddetto fenomeno della ”posta alla beccaccia”. La caccia a tale specie migratoria, proveniente dall’Est Europa, può essere esercitata esclusivamente in forma vagante e con l’ausilio del cane. E’ quindi vietata la tecnica della “posta” che consiste nell’appostarsi all’alba o al tramonto per sparare a questa specie mentre è in volo per rientrare nel bosco o uscire da esso in cerca di cibo.


Ogni beccaccia abbattuta in modo difforme da quanto previsto dalla legge comporta una sanzione amministrativa da € 400 a € 2.400 (in caso di recidiva la sanzione è raddoppiata) oltre alla sospensione del tesserino venatorio per un anno (in caso di recidiva per tre anni).


Il comando della polizia provinciale è a disposizione dei cittadini per raccogliere segnalazioni al numero 0573/374600 oppure tramite mail a provpol.pt@provincia.pistoia.it.

Fonte: Provincia di Pistoia
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




29/11/2022 - 12:32

AUTORE:
paolo

Da cacciatore vi dico che quei 3 soggetti meriterebbero la revoca del porto d'armi,a tutela dell'intera categoria dei cacciatori,anche perche' come suol dire il lupo perde il pelo ma non il vizio.

28/11/2022 - 19:11

AUTORE:
Bibi

I cacciatori.....

Persone attente e fidate che esercitano un loro sacrosanto diritto.

Ma poi scopri le cacciate al cinghiale così come viene e magari con cacciatori che in squadra c era solo il tesserino .

Poi i capannisti di un tempo che si caricavano lre gabbie sul groppone e sparavano con un 32 ad un colpo perché le cartucce fatte in casa costavano poco di polvere .

Per il piombo , poca spesa , visto che i negozi accettavano i tubi di piombo delle demolizioni .,,,Un po' di sughero ed un cartoncino fatto in casa .
Purtroppo il fulminante si doveva comprare assieme alla lattina di una polvere che ricordo(Universal ???) sparata puzzava di cacca .
Il carniere era ridottissimo , ma il tempo dei vecchi trascorreva tranquillo
Da ragazzo sono stato ospite di un capannista, ma non sono mai stato cacciatore anche se si mie tempi nessuno aveva una sensibilità che si ha oggi .
Oggi tutto questo è un ricordo .
Si caccia lo storno che mi pare avere assaggiato una volta e le cui carni sono al limite del mangiabile .
Registratori ?
Bella figura .
Sant Uberto si vergognerebbe di tali seguaci .