Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 22:01 - 31/1/2023
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Frasi che mi avviliscono .
Offese gratuite e magari anche giuste .
Ma espresse così mi paiono vergognose .
Quando si esprime un giudizio senza aggiungere un perché , e atto di violenza "fascista"
Troppo .....
BASKET

Fabo Herons Montecatini rende noto che il giocatore Dominic Laffitte, in accordo con il club, concluderà la presente stagione sportiva con un'altra squadra, con l'obiettivo di avere maggiore spazio sul parquet.

HOCKEY

La stagione indoor si conclude amaramente per gli arancioni che retrocedono nella A2 nazionale del campionato in questione e magari anche con qualche recriminazione perchè forse si poteva riuscire, in una mezza impresa, a rimanere più in alto.

AUTOMOBILISMO

La F1 Italiana è la gara più popolare in Italia.

BASKET

La Gioielleria Mancini inaugura il girone di ritorno con la difficilissima trasferta a Prato contro il Prato Basket Giovane, attualmente al terzo posto in classifica. La Cronaca della partita Vettori apre la partita con una bomba, Lorenzo Bogani accorcia e Pinna impatta dalla lunetta ma Vettori piazza un’altra bomba.

SCI

Gradito ritorno sulle nostre montagne del comprensorio sciistico di Abetone e della val di Luce di una tappa dello Ski Tour 2022-2023.

SCI

Ha preso il via in questi giorni la 41° edizione di Pinocchio sugli sci, la rassegna giovanile di sci alpino più amata d’Italia e tra le 5 più importanti al mondo.

BASKET

Gli studenti dell'Istituto professionale di Stato per l'enogastronomia e l'ospitalità alberghiera "Ferdinando Martini" di Montecatini Terme saranno ospiti domenica 29 gennaio al Palaterme in occasione della partita del campionato di Serie B Old Wild West tra Fabo Herons Montecatini e Legnano Knights.

CICLISMO

E' iniziata nel migliore dei modi la stagione 2023 del Team Corratec che si sta mettendo in mostra nella Vuelta a San Juan a confronto con squadre e corridori di alto livello.

none_o

"Raccontami un libro", di Ilaria Cecchi.

none_o

Dal 27 gennaio al 10 febbraio da Artistikamente (via Porta al Borgo 18), è in programma una mostra di Franco Bovani.

La mamma albergava nella casa che cura,
aveva le doglie, non .....
IL SEGNO DEL MESE
di Sissy Raffaelli

Il segno del mese.

IL MONDO IN TAVOLA
di Sissy Raffaelli

Rapini saltati alla Puccini.

Abbiamo aperto il 2023 con la selezione di due nuovi posti di .....
Buonasera. Cerchiamo addetto al ricevimento con buona conoscenza .....
MONSUMMANO
Uno spettacolo degli studenti del "Salutati" per dire no alla violenza contro le donne

26/11/2022 - 8:48

Ancora una volta gli studenti del Liceo Salutati hanno calcato la scena presso il  Teatro  Yves Montand di Monsummano Terme, con un’opera di grande impegno e di importante sensibilizzazione sul fenomeno della violenza di genere, che ancora oggi, purtoppo, registra decine e decine di vittime ogni giorno.


Si intitola A proposito di donne, storie di donne che hanno insegnato al mondo lo spettacolo nel quale si sono esibiti, martedì 22 novembre dopo un lungo lavoro di studio, i ragazzi della classe 4 A les, supportati dal noto regista Mauro Monni, nonchè attore, autore e formatore nell’ambito dell’arte drammatica, sotto l’egida delle professoresse Carlotta Benigni ed Elisabetta Alpi. In un contesto sociale in cui spesso la donna riempie le pagine dei giornali quale vittima dell’insulsa piaga del femminicidio, un po’ in controtendenza e per effettuare un intervento di positivo coinvolgimento, il dramma ha inteso restituire la congrua dignità al mondo femminile attraverso racconti di vite inimitabili. Sono le storie dolorose, delicate, intime di donne che, con il loro esempio, in qualche modo hanno segnato la storia del mondo lasciando traccia indelebile per le generazioni future. Rosa Parks e la sua battaglia contro la segregazione razziale; la rivoluzionaria messicana Frida Khalo; Francesca Morvilla, morta nell’attentato di Capaci insieme al marito Giovanni Falcone; Mia Martini, vittima di una grave diceria; Rose Montmasson, eroina dei garibaldini; la scienziata Margherita Hack; la cantautrice Gabriella Ferri, suicida  dopo una lunga depressione; la ragazzina siciliana Franca Viola con il suo messaggio, rivolto a tutte le giovani di oggi, di lottare per i propri diritti; Coco Chanel, rivoluzionaria della moda e dell’arte; Anna Magnani e il suo amore turbolento per il regista Rossellini; la Contessa di Castiglione che, attraverso le sue doti ammaliative, era riuscita a carpire preziose informazioni militari dal re di Francia, di cui era amante, e a permettere all’Italia di avere così dalla propria parte l’esercito francese contro quello austriaco; Marylin Monroe, annullata nel desiderio di essere madre , tormentata dalla solitudine, pur rappresentando un emblema del piacere; poi ancora la giornalista Ilaria Alpi uccisa da alcuni sicari in Somalia; Clara Schumann, moglie del famoso compositore Roman Schumann a cui donerà le opere che lo renderanno famoso, disposta ad annullare il suo talento per donarsi completamente al suo consorte; Jeanne Hebuterne, moglie dell’artista Modigliani, vittima dell’amore assoluto del marito per cui morirà suicidandosi dopo la sua morte; la famosa attrice Greta Garbo, ritiratasi dalle scene per dedicarsi alla vita matrimoniale; Lady Diana con le sue difficoltà una volta diventata moglie del principe Carlo;  Camille Claudel, amante di Auguste Rodin che , dopo aver imparato a scolpire per amore, delusa  e “impazzita” per la fine della loro storia, morirà in manicomio; la celebre cantante Dalida e la sua tragica relazione con il cantautore Luigi Tenco. A terminare l’opera la poetessa Alda Merini che, attraverso la sua presunta pazzia, ha introdotto nel tema della follia, fornendo al pubblico spunti di riflessione sulla visione della pazzia oggi. Brani musicali e voci maschili fuori campo hanno cucito l’intera drammaturgia, toni forti o melodiosi che hanno potenziato lo spessore emotivo di ogni biografia letta dai giovani attori.


Figure femminili che hanno preso vita grazie all’abile interpretazione e alla sintonia dei ragazzi con la professoressa Benigni, anche lei in veste di attrice, alternati sul palco guidati da una nobile sensibilità che sono riusciti a profondere per creare  quel contagio reciproco e quegli anticorpi che concretamente possono contribuire a sostenere il cambiamento rispetto  ad alcune storture che sono sotto gli occhi di tutti. Moltissimi gli applausi, carichi di emozioni palpabili, solidarietà e commozione. Numerose le ottime impressioni, le riflessioni, la meraviglia negli occhi, tanto turbamento ma tanta attualità nel dolore.
Al termine dello spettacolo non sono mancati i ringraziamenti. In particolare la dirigente scolastica , dottoressa Marzia Andreoni, si è complimentata per la suggestiva interpretazione da parte degli “attori”, che hanno dato un encomiabile contribuito per sconfiggere la piaga della violenza sulle donne a partire dal teatro, vera e propria esperienza collettiva che aiuta a connettersi in un’unica emozione aprendo a una serie di domande a cui insieme è possibile dare delle risposte.
Passare quindi per la cultura per favorire un cambiamento che vada verso la parità dei diritti e dei doveri tra uomini e donne, perché solo l’uguaglianza può estirpare alla radice il fenomeno strutturale della violenza.


Questi gli interpreti: Adri Balla, Edoardo Bellesi, Aurora Brizzi, Sofia Calì, Nicol Cecconi, Noemi Cormaci, Lapo Dani, Costanza Deiana, Debora Dervishi, Damiano Facchiano, Giulia Gennai, Evilin Ghilardi, Ilaria Giorgi, Adriana Gjoklaj, Davide Manca, Vittoria Marconi, Bianca Martini, Valentina Massetani, Chiara Materazzo, Camilla Mesaglio, Veronica Passaseo, Ingrid Shahini, Luana Torraca, Alice Vannucchi, Carlotta Benigni.

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: