Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 19:12 - 04/12/2022
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Notizia fresca fresca :
Due anziani, pensione sociale , che procedevano con fare sospetto, sono stati fermati dalla GDF .
Alle varie domande , fra l'altro hanno dichiarato di andare a comprare le .....
CALCIO

Domenica alle ore 14:30 lo stadio "Idilio Cei" di Larciano ospiterà il sessantunesimo derby della storia in campionato tra viola ed azzurri.

BASKET

La Fabo Herons ha un assetto totalmente nuovo, dopo aver preso in A2 Adrian Chiera, dalla serie superiore arriva anche l’ultimo inserimento rossoblù, Marco Arrigoni, milanese, 31 anni, 3 promozioni dalla B alla A2, l’ultima qualche mese fa con Rimini, di cui era capitano.

RALLY

Due stagioni su asfalto e, al termine della seconda per la GR Yaris Rally Cup, arriva il debutto su fondo sterrato. Avrà luogo nel fine settimana prossimo, 10 e 11 dicembre, in occasione del Rally del Brunello, sesto e conclusivo atto del Campionato Italiano Rally Terra, a Montalcino, Siena.

CICLISMO

A partire dalle 16.30 di sabato 3 dicembre si terrà la premiazione delle società pistoiesi di ciclismo per l'anno 2022.

SPORT

Tredicesima edizione per la giornata del veterano dello sport e premiazione dell'atleta dell'anno. La cerimonia si terrà al ristorante Barbarossa di Serravalle il 3 dicembre alle 17,30.

BASKET

Fabo Herons Montecatini comunica di avere raggiunto un accordo per le prossime tre stagioni sportive, sino al 2024-25 compreso, con Marco Arrigoni, ala-centro di 198 cm, proveniente dalla Serie A2, che era in forza alla Rinascita Basket Rimini, di cui era capitano e dalla quale si è appena liberato.

BASKET

Alessio Torrini, ala pivot classe 2005 e protagonista dell'Under 19 Silver Movind, in testa alla classifica del proprio campionato, è stato tesserato in doppio utilizzo con la Wolf Pistoia.

BASKET

Arriva il primo stop casalingo di questo campionato per la Over Nico Basket Ponte Buggianese, superata 61-76 dalla Pallacanestro Femminile Pontedera.

none_o

Sono 40 i presepi provenienti da varie regioni d’Italia e dal mondo ospitati negli Antichi Magazzini e nell’atrio del palazzo comunale.

none_o

Si tratta di un progetto no-profit: il ricavato è destinato in parte alla campagna “Salviamo le api” di Greenpeace.

Per te, che sei per me una fiammella,
che generasti il figlio .....
IL SEGNO DEL MESE
di Sissy Raffaelli

Il segno del mese.

IL MONDO IN TAVOLA
di Sissy Raffaelli

Fritole veneziane.

Sales and Didactic Consultant

Descrizione della posizione

SI .....
E'stato scritto e pubblicato un libro sulla presenza del grande .....
PROVINCIA
CommemorazionI in ricordo di Norma Cossetto nel 79° anniversario della morte

1/10/2022 - 10:47

Martedì 4 ottobre alle 10.30 in piazza Garibaldi davanti al cippo in memoria delle vittime delle foibe, dell’esodo Giuliano-Dalmata e delle vicende del confine orientale italiano si svolgerà la cerimonia di commemorazione in ricordo di Norma Cossetto, una studentessa italiana, istriana di un paese vicino a Visignano, uccisa a 23 anni dai partigiani jugoslavi nel 1943 nei pressi della foiba di Villa Surani. L’iniziativa si svolgerà nel 79° anniversario della morte della giovane.

Alla cerimonia parteciperanno il sindaco Alessandro Tomasi, il consigliere provinciale Milva Pacini e sono state invitate le autorità territoriali e le associazioni combattentistiche e d’arma.

L’iniziativa è organizzata da Comune di Pistoia e Comitato Unitario per la difesa delle Istituzioni Repubblicane del Comune di Pistoia (Cudir).

 

E si svolgerà mercoledì 5 ottobre, alle ore 12:30, in corso Giacomo Matteotti a Montecatini Terme davanti al cippo in memoria delle vittime delle foibe, dell’esodo Giuliano-Dalmata e delle vicende del confine orientale italiano, “Una rosa per Norma Cossetto”, la manifestazione promossa in tutta Italia dal Comitato 10 febbraio e giunta alla quarta edizione, con l’intento di onorare nel 79^ anniversario della sua morte, la memoria della giovane studentessa istriana, seviziata e uccisa perché amava troppo l’Italia.

 
La sua vicenda è poi assurta a simbolo della tragedia delle foibe grazie alla Medaglia d’Oro al Merito Civile, concessale nel 2005 dall’allora Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi.


Quest’anno lo slogan scelto per la manifestazione è “Una scelta d’amore”.


Alla cerimonia interverranno il sindaco Luca Baroncini, il consigliere comunale Luca Sbenaglia e sono state invitate le autorità territoriali, le associazioni combattentistiche e d’arma, gli istituti scolastici.


L’iniziativa è organizzata da Comune di Montecatini Terme e dal Comitato 10 febbraio Montecatini Terme.

Fonte: Comune Pistoia
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




3/10/2022 - 11:08

AUTORE:
Bibi

La tragedia di chi Nativo di Istria e Dalmazia , dovette fuggire , è diverso da chi era stato mandato dal regime o si era trasferito in quei luoghi , dove .....
Se non capiamo gli antefatti e le responsabilità, non onoreremo nemmeno la memoria di questa poveretta .

Adoperare questa martire senza conoscere la storia e strumentalizzandola come bandiera dell' anticomunismo , è vergognoso .
Una tragedia non può servire per giustificare o sminuire un altra tragedia , quando poi origini e responsabilità sono dei due mostri del 900. :
Fascismo e Nazismo .
Il comunismo yugoslavoche aveva vinto la guerra , profitto di un momento in cui voleva Trieste e forse l Italia fin molto a Ovest .

Leggi razziali , guerra , espansionismo Italiano, unicità della lingua e delle scuole , licenziamenti , il "non si uccide abbastanza" andrebbero sempre tenuti presenti .

Non da meno l accoglienza vergognosa in campi di concentramento dei profughi , visti tutti come fascisti e " figli della colpa , che volevamo rimuovere .

Il 10 giugno del 40 lo ricorda qualcuno ?

3/10/2022 - 10:59

AUTORE:
Bibi

Uestione delicatissima .

Penso di aver inviato un commento pubblicabile .

Il non pubblicarlo , non vorrei fosse automaticamente una censura e magari una adesione a tesi antistoriche che travisano fatti che gli storici accettano unanimemente.

Ricordo anche il riconoscimento della Patria da parte del presidente Ciampi , delle forze italiane inquadrate dopo ! Otto settembre nell' esercito di liberazione Jugoslavo che non fu atto di un presidente falce e martello , anzi .

Delle foibe si sapeva da sempre , e da sempre , per questioni di guerra fredda , nessuno ne parlava .
Ritorna questa storia come una bandiera , in tempi in cui si era arrivati a fare ministro tal Mirko Tremaglia z repubblichino .
Poi chi è responsabile del blog , faccia come crede .